Recupero al Sinigaglia. Il Como punta al primato

Calcio – Stasera alle 20.30 si rigioca, partendo dallo 0-0, la sfida con la Pro Vercelli, sospesa due domeniche fa a causa della pioggia
«Inutile nascondere che a Como c’è un momento di esaltazione. Del resto i risultati finora ottenuti la giustificano pienamente. Ma per capire gli obiettivi reali di questa squadra bisogna attendere ancora qualche giornata». Parole di Nino Balducci, opinionista di Etv, alla vigilia della gara odierna degli azzurri.
Alle 20.30, infatti, allo stadio Sinigaglia, va in scena il recupero della prima giornata, la partita sospesa con la Pro Vercelli a causa della pioggia che lo scorso 4 settembre

cadde copiosa sul manto da gioco dell’impianto cittadino, rendendolo impraticabile. In quel momento gli azzurri erano in vantaggio per 2-1. Stasera si riparte da 0-0 e, come è stato ampiamente pubblicizzato, non sono validi i biglietti già utilizzati in occasione del match bloccato.
In mezzo, da quel giorno, c’è stata, domenica scorsa, la vittoria in trasferta a Foligno. E stasera, in caso di successo, i lariani potrebbero ritrovarsi al comando della classifica del girone A.
«I tifosi in questo momento guardano giustamente alle cose belle – afferma Nino Balducci – E sicuramente i primi riscontri sono stati positivi. Con la Pro Vercelli, quando la gara è stata fermata, gli azzurri stavano vincendo e a Foligno sono arrivati i tre punti».
«Detto questo – aggiunge l’opinionista di Etv – è ancora troppo presto per cercare di capire gli obiettivi di questo Como. Nessuno può fare miracoli, tanto meno mister Ernestino Ramella, ma dobbiamo dargli atto del fatto che cerchi di far giocare bene gli azzurri. Sul fronte della mentalità, quindi, il nostro allenatore sta lavorando bene».
Ma lo stesso Balducci ammonisce: «Il Como, stasera con la Pro Vercelli, non dovrà comunque fare l’errore di buttarsi in avanti a testa bassa, anche perché ci sono situazioni da perfezionare».
«Penso ad esempio – sostiene – ai meccanismi del centrocampo, a certe amnesie difensive che ancora si vedono o a un attacco che ancora non può disporre di alcuni elementi di spicco, che per ora sono fermi ai box».
Il giornalista si riferisce al bomber Francesco Ripa, che di fatto è uno tra gli uomini più attesi, che è indietro nella preparazione e potrebbe esordire al terzo turno contro la Reggiana. Oggi non ci sarà, ma domenica con il Sorrento potrebbe invece essere disponibile il brasiliano Toledo.
«Certo che un ulteriore successo questa sera potrebbe portare morale e lanciare il Como al primo posto – sostiene Nino Balducci – alla vigilia della gara di domenica contro il Sorrento, che sarà una brutta gatta da pelare».
«E in questa fase, inutile nasconderlo, bisogna dare atto a una società che spesso, anche a ragione, è stata criticata – dice l’opinionista di Etv – ma che sul mercato si è mossa bene e ha costruito una squadra che potrà recitare un suo ruolo nell’attuale campionato. Anche perché tutti ora stiamo parlando di obiettivi importanti, anche se servono ancora ulteriori certezze, mentre un anno fa i discorsi riguardavano un Como che soffriva e le cui prospettive erano legate al massimo alla lotta per non retrocedere».
Ma l’attualità incombe e alle porte c’è la gara con la Pro Vercelli. «Come ho detto – conclude Balducci – la speranza è di continuare a vedere una formazione propositiva, che però non si catapulti in attacco a testa bassa. L’importante è che alla fine arrivino i tre punti contro una Pro Vercelli che all’esordio ha nel complesso fatto una buona impressione, ma che poi, domenica scorsa, non è andata oltre un pareggio casalingo».
Nel Como i convocati sono gli stessi della partita di domenica scorsa con il Foligno. Come la società ha annunciato nei giorni scorsi, il prezzo dei biglietti sarà comunque ridotto per venire incontro a chi aveva acquistato il tagliando per la gara del 4 settembre, che non potrà più essere utilizzato.
Si va dalla tribuna d’onore alla curva a 8. Per evitare code, il consiglio del club è di acquistare in anticipo il biglietto: i botteghini, infatti, apriranno alle ore 15.
Chi invece è abituato a parcheggiare nella zona, ricordi che dal pomeriggio attorno allo stadio scatta il divieto di sosta per tutte le categorie di veicoli e che sono previste anche ulteriori limitazioni per chi intende spostarsi con la propria vettura.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Ernestino Ramella, allenatore tornato al Como dopo l’esperienza di qualche anno fa in serie D

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.