Regeni: pm, dal Cairo giungano risultati

Terminato incontro investigatori.Pg Al Sawi

(ANSA) – ROMA, 15 GEN – "Ora servono risultati concreti, risposte alle nostre richieste". I magistrati romani che indagano sull’omicidio di Giulio Regeni, torturato e fatto trovare privo di vita il 3 febbraio del 2016 su una strada tra il Cairo e Alessandria d’Egitto, rompono gli indugi e al termine dell’incontro tra investigatori svolto nella capitale nordafricana chiedono "atti concreti" agli omologhi egiziani. Dal canto suo il nuovo procuratore egiziano, Hamada Al Sawi "si è impegnato a fare tutto il possibile per arrivare a stabilire la verità" e ha "ribadito la volontà a proseguire i rapporti bilaterali". In questo ambito è stata messa a punto una "nuova squadra investigativa" che dovrà "studiare e mettere in ordine le carte del caso". Le prossime settimane saranno, dunque, cruciali per il proseguo dell’indagine sulla morte del ricercatore italiano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.