Regolamento di polizia urbana a Como. L’intesa Rapinese-centrodestra porta Forza Italia fuori dalla maggioranza

palazzo cernezzi

A passi rapidi verso un punto di non ritorno. Un punto di crisi politica, dalla quale il centrodestra del capoluogo lariano potrebbe non riuscire a venir fuori tutto intero.
La discussione e il voto sugli emendamenti al regolamento di polizia locale, a Como, si prestano a due letture. La prima, tutta tecnica, riguarda il documento in sé. Scritto, riscritto ed emendato, ha sicuramente perso la sua iniziale unitarietà. Prima di essere approvato, dovrà essere riletto con attenzione, per verificarne la scorrevolezza lessicale e, soprattutto, la coerenza.
La seconda, tutta politica, rimanda alle maggioranze nuove che si sono formate in consiglio proprio sul sì o no ad alcuni emendamenti (quelli proposti da Rapinese sono stati approvati con i voti del centrodestra, ndr).
Secondo il capogruppo del Pd Stefano Fanetti «la proposta della giunta è stata salvata dai voti di Alessandro Rapinese. Siamo di fronte a una crisi vera, che esploderà presto». Fanetti si riferisce alla situazione di sempre maggiore distacco tra Forza Italia e il resto del centrodestra. Gli azzurri avevano più volte chiesto di rinviare la discussione sul regolamento in commissione, per redigere un testo nuovo e condiviso. Il resto della maggioranza non solo ha detto no, ma ha anche lavorato apertamente a un’intesa con Rapinese per approvare la delibera prima possibile. «All’orizzonte si profila in modo chiaro un accordo politico con Rapinese – afferma Enrico Cenetiempo, capogruppo di Forza Italia a Palazzo Cernezzi – il voto finale sul regolamento chiarirà le posizioni». Un eventuale strappo dei forzisti, che non si può escludere, determinerà la fine della coalizione. Ogni nuova delibera diventerà un calvario.
Perché è da escludere che lo stesso Rapinese possa unire i suoi voti a quelli della giunta oltre il regolamento di polizia urbana.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.