Regole del green pass, la soddisfazione del sindacato

Vincenzo Falanga

Il decreto legge sull’obbligo del certificato verde nei luoghi di lavoro, approvato la scorsa settimana in Consiglio dei ministri, è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale entrerà in vigore dal 15 ottobre. Impone quindi che la persona priva di documento non percepisca lo stipendio e sia considerata “assente senza giustificazione” fino alla presentazione del green pass e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2021, data in cui terminerà lo stato di emergenza.

«Certamente l’assenza di un’azione disciplinare va nella logica della tutela del dipendente. L’esito di questo nuovo decreto è positivo perché la persona non rischia più direttamente il posto di lavoro – spiega il segretario generale alla Funzione pubblica Uil del Lario, Vincenzo Falanga – Il green pass rimane però un’imposizione burocratica difficile da controllare, è mancata una scelta politica univoca».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.