Resta un giallo il caso del giovane picchiato

Il pronto soccorso dell'ospedale Sant'Anna

Indagini a tutto campo per far luce sul giallo del giovane picchiato selvaggiamente e poi abbandonato, in gravi condizioni, al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna. L’uomo è stato trasferito in rianimazione ed è ricoverato in prognosi riservata.

Al momento, la sua identità resta sconosciuta e gli agenti della polizia della questura di Como stanno cercando di ricostruire i contorni della vicenda. Il giovane è stato lasciato in ospedale nella notte tra lunedì e martedì da una persona rimasta ignota, che lo avrebbe sistemato su una carrozzina per portarlo all’interno del presidio e si sarebbe allontanato subito dopo senza dare alcun tipo di informazione. Il ferito non aveva alcun documento di identità.

Secondo quanto accertato dai medici del Sant’Anna, il ferito sarebbe stato picchiato selvaggiamente a mani nude, senza l’utilizzo di armi né oggetti contundenti. Il giovane, probabilmente nordafricano, ha un grave trauma facciale e molteplici contusioni sul corpo e le sue condizioni sono gravi. Per il momento non è in grado di parlare e quindi di aiutare gli investigatori. Gli agenti della polizia avrebbero esaminato le immagini delle telecamere di sorveglianza dell’ospedale Sant’Anna e delle zone circostanti per provare ad identificare la persona che ha trasportato in ospedale il giovane ferito o per individuare l’auto con la quale l’uomo è stato trasportato a San Fermo della Battaglia

Articoli correlati