Cronaca

Riaffiora in Val Perlana il cadavere di una donna. Potrebbe essere la turista inglese scomparsa a ottobre

Il ritrovamento ieri a Lenno
Il ritrovamento del cadavere di una donna in una zona impervia di Ossuccio potrebbe mettere fine al giallo della turista inglese di 46 anni scomparsa nell’ottobre scorso, mentre stava trascorrendo una vacanza sul Lario.
La donna era uscita per una passeggiata in montagna e di lei si era persa ogni traccia.
Sin dal primo momento si era temuto che fosse scivolata e precipitata in una scarpata.
Ieri mattina, un pescatore della zona ha notato un cadavere in Val Perlana, in
un torrente, in un punto difficilmente raggiungibile.
L’uomo ha dato immediatamente l’allarme e sul posto sono intervenuti gli uomini del Soccorso Alpino Lario Occidentale e i carabinieri di Lenno.
Gli esperti hanno lavorato a lungo e nel pomeriggio di ieri il corpo, parzialmente mummificato, è stato infine recuperato e riportato a valle.
I carabinieri della compagnia di Menaggio sono convinti che il corpo possa essere effettivamente quello di Glenys Sylvia Tuner, cittadina inglese di 46 anni che nell’ottobre scorso era ospite dell’Hotel Britannia di Griante, dove aveva deciso di trascorrere una vacanza.
Durante il soggiorno, la turista era uscita per una passeggiata in montagna e non era più tornata.
Di lei, come detto, si era persa ogni traccia e le ricerche, proseguite per giorni, non avevano dato alcun esito.
La donna, secondo quanto ricostruito ieri, potrebbe essere scivolata mentre percorreva il sentiero che dal Santuario della Madonna del Soccorso di Ossuccio sale fino all’Abbazia di San Benedetto, in Val Perlana.
I carabinieri di Menaggio hanno già allertato Scotland Yard e nelle prossime ore sul Lario potrebbero arrivare i familiari della turista per il riconoscimento. È previsto anche l’intervento del Ris di Parma per l’esame del Dna, che dovrebbe chiarire i dubbi sull’identità del corpo.

Anna Campaniello

Nella foto:
Gli uomini del Soccorso Alpino sono intervenuti ieri in Val Perlana (foto Mv)
11 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto