Ricercato a Kaiserslautern, arrestato a Como

Questura di Como

Si era allontanato da Kaiserslautern, nel sud ovest della Germania, dopo aver picchiato la compagna, lasciandola con le ossa del volto fratturate e diverse ecchimosi. Era ricercato in tutto il continente, su mandato di arresto europeo. In Italia aveva presentato richiesta di asilo politico e l’attenzione si è dunque concentrata sul nostro Paese. La squadra Mobile di Como, ieri, l’ha individuato e arrestato dopo averlo atteso all’ufficio immigrazione dove il ricercato avrebbe dovuto sbrigare delle questioni burocratiche.
Pratiche mai evase, visto che si è ritrovato al Bassone in attesa dell’estradizione. L’operazione della polizia comasca fa seguito all’aggressione che risale al 19 ottobre. Il protagonista del pestaggio, un pakistano di 31 anni, si era reso irreperibile dal giorno stesso delle botte alla compagna. Quest’ultima, aveva raccontato alla polizia tedesca quello che era avvenuto dando il via alle ricerche e all’emissione di un mandato di arresto europeo. Il blitz della squadra Mobile di Como è avvenuto ieri mattina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.