Riconosciuto in base alla foto segnaletica e arrestato

Le autorità elvetiche hanno restituito alla polizia di frontiera di Ponte Chiasso un 36enne che era giunto alla stazione di Chiasso a bordo di un treno proveniente da Milano. L’uomo era privo di documenti e asseriva di essere un cittadino libico. Rispedito al di qua della frontiera in base all’accordo di riammissione, grazie alla procedura di fotosegnalazione i nostri poliziotti hanno accertato che si tratta in realtà di un marocchino che deve scontare in carcere dieci mesi e sei giorni per un cumulo di pene, in base a un ordine di carcerazione emesso nell’ottobre del 2015 dalla Procura di Imperia. Il 36enne è stato così arrestato e associato al carcere del Bassone.

Articoli correlati