Rifiuti a Como, la raccolta differenziata non basta a frenare i costi: aumento del 2,5%

Rifiuti raccolti dal lago

La differenziata non basta a limitare i costi della raccolta dei rifiuti in città. Como è costretta, in qualche modo, ad adeguare le sue tariffe e, in prospettiva, a rivedere al rialzo la spesa per lo smaltimento.

Colpa, anche e soprattutto, della vertiginosa crescita del turismo negli ultimi anni e del cambiamento radicale della fisionomia del capoluogo lariano.

Lunedì scorso, in commissione Ambiente, l’assessore Marco Galli ha annunciato un ritocco del 2,5% del piano finanziario relativo alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti. In cinque anni, dal 2015 a oggi, la bolletta per i cittadini è cresciuta di circa 400mila euro.

I dettagli sul Corriere di Como in edicola oggi, mercoledì 11 dicembre

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.