Cronaca

Rifiuti, consegnati in città gli ultimi kit

Ambiente e territorio
Il 3 giugno si parte con il nuovo sistema di raccolta urbana
(a.cam.) La corsa al kit della spazzatura, che una settimana fa era diventata un “assalto” alla Caserma De Cristoforis, si è trasformata in un’ordinata e continua processione, senza file né scene di esasperazione. Almeno 500 gli utenti che si sono presentati per ritirare sacchi e bidoni, che saranno distribuiti anche nella giornata di oggi, dalle 8 alle 12. La nuova raccolta dei rifiuti scatterà poi ufficialmente il 3 giugno prossimo.Alle 7 di ieri mattina, un’ora prima dell’avvio della distribuzione, alcuni utenti erano già in attesa davanti alla Caserma De Cristoforis come in via Somigliana. Temendo una replica del caos della settimana precedente avevano optato per la levataccia pur di evitare la coda.
«Alle 7.02 in via Somigliana abbiamo consegnato il primo kit – dice Luigi Bedetti, presidente della Cooperativa Biosfera, incaricata di gestire alcuni aspetti informativi della rivoluzione dei rifiuti – In realtà non si sono verificati problemi e l’attesa è stata al massimo di pochi minuti». Due le preoccupazioni che maggiormente assillano i comaschi.
«Ci chiedono come devono organizzarsi in casa e che cosa devono fare nel momento in cui finiscono i sacchi – aggiunge Bedetti – Per quanto ci riguarda, ci atteniamo alle indicazioni dell’opuscolo preparato da Aprica e diamo informazioni univoche per non creare confusione».
La nuova raccolta rifiuti inizierà il 3 giugno e contestualmente spariranno le campane per la raccolta del vetro. Nel frattempo, Aprica ha avviato la posa dei nuovi cestini dei rifiuti, contenitori ignifughi e studiati in modo da evitare che siano utilizzati impropriamente per buttare sacchi della spazzatura.
«Su ogni cestino – fanno notare gli operatori – c’è una barretta di alluminio messa appositamente per spegnere le sigarette, che possono poi essere buttate nel cestino stesso».
Tornando alla distribuzione dei kit per la raccolta rifiuti, il materiale consegnato varia a seconda del tipo di abitazione. Sono previste forniture diverse per le case unifamiliari o con un numero massimo di 4 utenze e per quelle con oltre 5 appartamenti. Tra i comaschi giunti ieri per ritirare il kit, molti ci avevano già provato una settimana fa, salvo poi desistere davanti alle code. «Una settimana fa sono venuto due volte, ma ho rinunciato a ritirare il kit perché la coda era davvero lunghissima – dice Giancarlo Bordoni – Questa volta me la sono cavata in pochi minuti. È una novità importante e positiva. Nei condomìni ci sarà sicuramente qualche difficoltà, ma la supereremo senza troppi problemi».
Immacolata Tina è pronta a preparare un cartello con le nuove regole da appendere in cucina. «Servirà a tutta la famiglia – dice – La nuova raccolta è assolutamente positiva, abbiamo aspettato fin troppo a introdurla. L’organizzazione della distribuzione dei kit mi sembra ottimale, speriamo che accada lo stesso con la raccolta vera e propria. Avremo indubbiamente qualche difficoltà iniziale, ma non ci scoraggiamo».
Pronti a iniziare la nuova raccolta anche Martina e Gianluca Grasso.
«Siamo arrivati una settimana fa e abbiamo rinunciato a ritirare il kit per il caos – dicono – Questa volta, invece, sono stati sufficienti pochi minuti. Teniamo molto alla raccolta differenziata e la facevamo già anche prima». La novità non spaventa neppure Mariella e Rosanella Ronchetti, sorelle di 83 e 86 anni.
«Ci complicano un po’ la vita ma lo facciamo volentieri perché è giusto e importante – dicono stipando in un carrellino i sacchi per entrambe e anche per una terza sorella – Gli operatori sono gentilissimi e preparati e siamo pronte a studiare la nuova modalità per partire subito. Abbiamo fatto la guerra, non ci spaventa certo la raccolta dei rifiuti».

Nella foto:
alcuni comaschi che ieri hanno ritirato il loro kit per la nuova raccolta dei rifiuti nel capoluogo (foto Fkd)
25 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto