Rifiuti da elettrodomestici, Como sul podio in Lombardia

Rifiuti da elettrodomestici

Milano al primo posto con 35 mila tonnellate di CO2 non immesse in atmosfera. Como seconda, ricavato ferro per 4 Frecciarossa. Lodi e Sondrio in fondo alla classifica

Non solo casi di abbandoni di frigoriferi nei parcheggi, come abbiamo scritto l’altro giorno, con una donna di origini tunisine che dovrà ora pagare un conto salato. Como si scopre anche virtuosa in tema di rifiuti generati da apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Secondo i dati diffusi da Ecodom, il principale Consorzio italiano per la gestione dei RAEE , nella provincia di Como dai rifiuti sono stati ricavati 1.927 tonnellate di ferro, pari a 4 Frecciarossa 1000; 312 tonnellate di plastica, pari a 124 mila sedie da giardino; 61 tonnellate di rame pari a 68 km di cavi e 56 tonnellate di alluminio, pari a 3,5 milioni di lattine. Al primo posto in classifica si torva come è comprensibile Milano,
con 7.883 tonnellate trattate, che hanno evitato l’emissione in atmosfera di quasi 35 mila tonnellate di CO2. In dettaglio, dai RAEE gestiti da Ecodom nella provincia del capoluogo lombardo sono state ricavate: 4.799 tonnellate di ferro, pari a 10 Frecciarossa 1000; 698 tonnellate di plastica, pari a quasi 2 milioni di cestini da ufficio; 141 tonnellate di rame pari a 158 km di cavi e 121 tonnellate di alluminio, pari a 7 milioni e mezzo di lattine. Como è seguita da Brescia (2.850 t) mentre Sondrio (171 t) si posiziona in fondo alla classifica, preceduta da Lodi (412 t).

Per il secondo anno di seguito la Lombardia è al primo posto in Italia con 20.346 tonnellate raccolte nel 2018, pari al peso di 56 airbus A380, tra i più grandi aerei di linea al mondo.

Tra i RAEE domestici gestiti da Ecodom in Lombardia prevalgono lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, forni e cappe, stufe elettriche, boiler e microonde (Raggruppamento R2) che rappresentano il 69% del totale. Il 28% è rappresentato invece da frigoriferi, congelatori, grandi elettrodomestici per la refrigerazione e il deposito di alimenti (R1), mentre il restante 3% comprende monitor, tv e apparecchiature illuminanti. Il trattamento di questi rifiuti ha permesso di risparmiare in Lombardia 20.036.438 kWh di energia elettrica e di evitare l’immissione in atmosfera di 122.013 tonnellate di anidride carbonica.

A livello nazionale, anche quest’anno Ecodom ha superato le 100 mila tonnellate trattate, (105.516 t) con un beneficio complessivo di circa 785mila tonnellate di CO2 non immesse in atmosfera e più di 111 milioni di kWh di energia elettrica risparmiati, pari ai consumi elettrici domestici annui di una città di oltre 100.000 abitanti.

DATI provinciali

Nella tabella 1 sono riportate le quantità di RAEE gestite da Ecodom in ciascuna provincia della Lombardia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.