Rifiuti lungo la costa Taranto,sequestri

Anche lastre eternit.S'indaga disastro ambientale e inquinamento

(ANSA) – BARI, 3 FEB – Su disposizione della Procura della Repubblica di Taranto, Polizia e Guardia Costiera hanno sequestrato un’area di circa 70.000 mq, sottoposta a tutela paesaggistica, nella zona costiera di Marechiaro/San Vito per i reati di inquinamento e disastro ambientale a carico di ignoti. I sopralluoghi degli investigatori hanno permesso di constatare che nella zona che affaccia sul mare, erosa dopo una violenta mareggiata, era stratificata nel terreno una notevole quantità di rifiuti di ogni genere (laterizi, pneumatici, plastica, materiali ferrosi), comprese lamiere di eternit. La Procura, ritenuto che i rifiuti stiano provocando un grave danno ambientale, anche a causa del percolato prodotto da tutte le sostanza inquinanti interrate, e per consentire le opportune e successive opere di risanamento, ha disposto il sequestro preventivo dell’area.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.