“Rigenerare il territorio” è l’obiettivo di Meci 2018
Economia, Territorio

“Rigenerare il territorio” è l’obiettivo di Meci 2018

I relatori alla conferenza stampa di presentazione dell'evento I relatori alla conferenza stampa di presentazione dell’evento

Non si può certo dire che non si sia pensato in grande per la prossima Meci, la Mostra dell’edilizia in programma da venerdì a domenica a Lariofiere di Erba. “Rigenerare il territorio” il titolo della rassegna numero 35, presentata oggi in un luogo nodale per l’edilizia, la Holcim di Merone, che compie 90 anni, come ha ricordato Andrea Camesasca, che all’incontro ha rappresentato Lariofiere e la Camera di Commercio di Como.
Proprio al cemento gli organizzatori hanno deciso di dedicare la giornata inaugurale di un programma ricchissimo, come di consueto, di seminari e workshop.
«Con il calcestruzzo di Merone sono stati realizzati i due maggiori esempi di rigenerazione urbana di Milano, ovvero il progetto di Porta Nuova e Citylife, nell’area dell’ex Fiera campionaria», hanno spiegato Luca Danuvola e Calogero Santamaria, rispettivamente amministratore e ad di Holcim Aggregati Calcestruzzi. Per la fondazione della Torre Hadid in 34 ore continuative sono stati gettati qualcosa come 7.600 metri cubi di calcestruzzo a basso calore di idratazione.
«Per la rigenerazione del territorio – ha spiegato Filippo Pontiggia, vicepresidente di Ance Como – abbiamo invitato le pubbliche amministrazione. Tutte le maggiori città delle province di Como e Lecco hanno risposto in modo affermativo. Ogni giorno lottiamo contro la burocrazia, i regolamenti diversi da Comune a Comune, ma in questo caso è il settore edile che si mette a servizio della pubblica amministrazione per risolvere i “punti neri” del territorio. Per Como penso all’area dell’ex ospedale Sant’Anna, ad esempio».
L’altra scommessa della Meci di quest’anno riguarda il tema degli “affitti brevi”. Una forma di imprenditoria che ha preso piede in particolare nelle località turistiche, ma che molto spesso non viene colta come opportunità dagli stessi imprenditori edili, che spesso si trovano in difficoltà nella gestione del dopo-costruzione.
I numeri del settore, elencati da Paolo Valassi di Ance Lecco e Sondrio, sono però tutt’altro che confortanti. Parlano infatti di una contrazione del 12% degli addetti nel 2017 rispetto al 2016. Gli espositori della Meci sono 150 per un totale di oltre 250 marchi.
Paolo Annoni

19 marzo 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto