Rimandare prime comunioni e cresime, le raccomandazioni della Diocesi dopo il Dpcm

Duomo di Como

In ottemperanza al decreto della Presidenza del Consiglio per le zone “rosse” ossia con un livello di rischio alto, la Diocesi di Como ha emanato nuove direttive per sacerdoti e fedeli. Si raccomanda fortemente ad esempio di rinviare prime comunioni e cresime, mentre per incontri del clero, catechesi, doposcuola e riunioni parrocchiali sarà consentita la modalità a distanza. Restano possibili le messe e i momenti di preghiera nelle chiese della diocesi, sempre ovviamente seguendo i protocolli degli ultimi mesi. Dovranno peraltro essere evitate le concelebrazioni. Non sono inoltre possibili pesche di beneficenza, incanto dei canestri, le vendite di alimenti fatti in casa, fiaccolate, spettacoli e concerti in chiesa. Non è nemmeno possibile concedere spazi per attività esterne come le assemblee condominiali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.