Rimane al Bassone il rapinatore seriale accusato di 2 colpi riusciti e 3 tentati

Il carcere del Bassone
Il carcere del Bassone
Il carcere del Bassone

Accusato di 5 colpi, due riusciti e 3 tentati, rimane al Bassone. Dopo l’interrogatorio di garanzia il presunto rapinatore seriale bloccato lunedì scorso dagli agenti della Questura di Como e accusato di cinque colpi, due riusciti e tre tentati, in farmacie e bar del capoluogo rimane in carcere.  L’uomo è un 32enne italiano. Era stato incastrato soprattutto grazie alle analisi delle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza dei locali presi di mira nel giro di alcuni giorni dal bandito solitario.
Il rapinatore ha colpito in tutte le situazioni brandendo un coltello e minacciando chi si trovava al di là del bancone del pubblico esercizio. I colpi andati a segno erano avvenuti il 20 giugno alla farmacia Sant’Anna di via Varesina con un bottino di 100 euro, il secondo alla farmacia di Camerlata, il giorno successivo per altri 400 euro. Lunedì scorso il triplice tentativo alla pasticceria Vago e alle farmacie di via Milano e viale Rosselli, quindi l’arresto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.