«Rinvio dei Giochi, opportunità per migliorare». Le parole delle azzurre di canottaggio Rocek e Bertolasi

Aisha Rocek

Nuove date per i Giochi di Tokyo 2020, che manterranno lo stesso nome, ma che nella sostanza saranno disputati nel 2021. Il Comitato olimpico internazionale e le istituzioni locali hanno stabilito che l’evento si svolgerà dal 23 luglio all’8 agosto 2021. Le ParaOlimpiadi sono state invece programmate dal 24 agosto al 5 settembre.
Per quanto riguarda il Lario, lo sport con più atleti coinvolti è il canottaggio, con una pattuglia di lariani che hanno già ottenuto il pass per Tokyo o che sono in lizza per ottenerlo.
Aisha Rocek (in primo piano nella foto), portacolori del Gruppo Sportivo Carabinieri e della Canottieri Lario si è già qualificata.
«Appena ricevuta la notizia del rinvio delle Olimpiadi ci sono rimasta male. In realtà sapevo dentro di me che le avrebbero spostate, ma ho sperato fino all’ultimo che si potessero disputare quest’anno, ma quando si parla di salute bisogna mettere da parte tutto il resto» ha detto la comasca 22enne cha poi ha aggiunto: «Dopo qualche giorno però, ripensandoci a mente fredda, ho incominciato a guardare questo rinvio come ad una opportunità per continuare a migliorare ponendomi come obiettivo quello di avvicinarmi il più possibile alle nazioni più forti».
Sara Bertolasi, dal canto suo, aveva lasciato le gare per poi tornare, proprio con Tokyo 2020 nel mirino. Il consigliere della Canottieri Lario (32 anni il prossimo 29 aprile) ha spiegato: «La possibilità del rinvio era nell’aria già da almeno un mese. La decisione ufficiale resta una notizia forte, taglia un po’ le gambe, costringe a riordinare le idee e a ripensare al futuro. Penso sia stata una scelta presa con buonsenso. Ora il mondo ha altre priorità. L’Olimpiade, oltre ad esprimere sport di massimo livello, deve essere una festa per tutti. In questo momento e nei prossimi mesi difficilmente avrebbe potuto esserlo. Bene quindi per tutti».
Con le date note, ora l’Italia potrà provare a ridisegnare e riprogrammare il cammino verso l’appuntamento a cinque cerchi. «Non appena ci daranno il via libera, tutti torneremo a remare insieme e sicuramente saremo più forti di prima, perché gli italiani dalle difficoltà ne escono sempre rafforzati – dice il direttore tecnico della Nazionale italiana Francesco Cattaneo – La preparazione continua a essere sviluppata con grande attenzione e abnegazione e di questo sono estremamente compiaciuto poiché ho avuto conferma, ma non avevo dubbi al riguardo, di avere nella squadra ragazze e ragazzi straordinari».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.