Riordino della pesca, nuovi incentivi ai professionisti d’acqua dolce


CON IL DECRETO LEGISLATIVO

I professionisti della pesca del Lario potranno usufruire delle stesse opportunità concesse a quella marina. E accedere così anche a fondi europei. Lo stabilisce il recente decreto legislativo sul Riordino della Pesca e dell’Acquacoltura, che riguarda 240 pescatori lombardi d’acqua dolce di professione. Come imprenditori, ora potranno ad esempio svolgere attività didattica e di ristorazione, utilizzando le proprie strutture. E in concerto con la Regione valorizzare prodotti tipici come il missoltino, candidato al riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta (Dop).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.