Ripescaggio in serie C: a mezzogiorno l’udienza al Tar del Lazio

Lega Pro stadio pallone

Serie C o D, domani (o al più tardi venerdì mattina) il Como e suoi tifosi avranno la risposta definitiva dopo una estate di sofferenza e tira e molla. L’ultimo appello della società lariana per il ripescaggio, dopo la bocciatura del Collegio di garanzia del Coni, è con il Tar del Lario.
L’udienza è fissata per le ore 12. La sentenza è attesa in serata, o venerdì mattina al massimo.
Dal club non trapelano né ottimismo, né pessimismo, visti i travagli di questi ultimi mesi.
«Noi, ovviamente, riteniamo di essere dalla parte della ragione – spiega Enrico Garau, amministratore delegato in pectore – Mi sento di affermare che il Como abbia tutti i requisiti per essere ammesso al prossimo campionato di serie C. Abbiamo passato l’estate a lavorare su questo ricorso, sacrificando tempo e risorse».
Oggi, intanto, è arrivata la sentenza dopo la defezione dei lariani dalla gara di Coppa Italia di serie D, domenica scorsa a Pavia, tutto sommato soft: al di là della sconfitta a tavolino e passaggio del turno per gli avversari, al Como è stata inflitta una multa di 1.000 euro, una sanzione nel complesso bassa.

L’approfondimento sul Corriere di Como in edicola venerdì 13 settembre

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.