Rischio caos per Natale, mezzi pubblici non potenziati: solo tre corse in più di Asf e treni a ritmo regolare

Como, bus pullman via Battisti

Arriva Natale, largo alle festività con la sfrenata corsa allo shopping, benvenuti i balocchi, intesi come Città dei Balocchi, ma allerta massima per evitare di rimanere prigionieri delle strade comasche. Sarà infatti decisivo riuscire a prestare la massima attenzione su come poter raggiungere la città senza mettersi in coda in auto e perdere del tempo.
E anche utilizzando i mezzi pubblici non sarà certo molto semplice raggiungere indenni il centro città visto che le iniziative che si stanno studiando per cercare di allentare la morsa delle autovetture non sembrano garantire risultati positivi e sono già al centro delle prime critiche sebbene non ci siano ancora tutti i dettagli definitivi messi in campo.
Della viabilità si sa già che l’annunciata chiusura di via Milano, nei weekend e nei giorni festivi, ha già fatto infuriare i commercianti della strada che si vedono tristemente tagliati fuori dalle rotte dello shopping.
E per contro dirottare tutte le auto sulla tangenziale avrà ripercussioni negative sull’intera viabilità cittadina che ne risentirà come nel recente passato.
Ma anche quello che si sta definendo sul fronte dei mezzi pubblici – tutte le contromisure verranno presentate domani in una conferenza apposita in Comune – sembra essere decisamente insufficiente a sostenere i flussi di visitatori annunciati a Como sotto Natale per le tante attrazioni allestite.
Innanzitutto sul fronte dei collegamenti ferroviari non sembrerebbe essere previsto un potenziamento del servizio. E sul fronte dei mezzi pubblici sta già facendo discutere quanto approntato da Asf: ovvero il potenziamento delle corse dei bus sulla tratta da Camerlata a piazza Cavour con l’aggiunta, a quelle già previste, di tre corse in andata e tre di ritorno. Un intervento che per i commercianti cittadini non sembra proporzionato ai flussi di visitatori annunciati. Queste corse aggiuntive – dalle 13.40 alle 21 – verranno messe in essere a dicembre nei giorni 1, 7, 8, 14, 15, 21, 22, 23, 28, 29, 30 dicembre e il 5 e 6 gennaio 2020. E poi come ogni volta che si annunciano eventi particolari, festività o altro in città, ritorna, immancabile, la promozione per l’autosilo della Valmulini, parcheggio che raramente ha funzionato come valvola di sfogo per allentare la pressione dei mezzi in arrivo in città. Quest’anno infatti per cercare di tenere il maggior numero di auto lontane dal centro e per incentivare il carpooling si sarebbe deciso di far parcheggiare i mezzi nell’autosilo e far andare in piazza Cavour gli occupanti del mezzo, purchè siano 5 e dunque riempiano una vettura, al costo di un solo euro per la sosta dell’auto. Adesso dunque bisognerà attendere l’avvio delle festività natalizie e i giorni più “caldi” per capire se quanto studiato – qualora i dettagli emersi dovessero essere tutti confermati – sarà sufficiente a contrastare l’ondata massiccia di traffico che tradizionalmente caratterizza il Natale in riva al lago.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.