Rischio siccità, vertice a Roma: riunione con il ministro Galletti
Territorio

Rischio siccità, vertice a Roma: riunione con il ministro Galletti

Il rischio siccità che affligge il Lario, così come gli altri laghi lombardi, sarà al centro di un vertice che verrà convocato nelle prossime ore dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. È quanto assicurano i deputati comaschi del Pd Chiara Braga e Mauro Guerra che ieri hanno avuto un incontro alla Camera con il ministro.
A chiamare in causa Galletti è stata anche Regione Lombardia che nei giorni scorsi ha inviato al ministro una lettera per chiedere un vertice in tempi rapidi, manifestando timori «per lo stato di siccità che interessa la Lombardia».
A preoccupare la Regione non è soltanto lo scarso riempimento dei bacini dei laghi lombardi, ma soprattutto l’insufficiente innevamento delle montagne.
Secondo gli ultimi dati disponibili, l’innevamento attuale è inferiore del 62,8% rispetto alla media del periodo 2006-2015.
Un fatto che «diventerà decisivo – ha sottolineato Palazzo Lombardia – quando, con l’aumento delle temperature, potrebbe registrarsi un deficit di acqua utile a riempire i bacini e successivamente a gestire la stagione irrigua». L’acqua del Lario viene infatti utilizzata dalle centrali idroelettriche e dalle coltivazioni presenti lungo il corso dell’Adda.
Dall’inizio dell’anno a oggi sono entrati nel Lario 1.795 milioni di metri cubi di acqua contro i 2.618 milioni dei primi quattro mesi del 2016, con una flessione del 31,4%. In calo anche il deflusso, cioè l’acqua fluita nell’Adda, diminuito ad aprile del 35,9%.
Ieri il livello del Lario era a quota 50 centimetri sopra lo zero idrometrico, un dato in linea con la media del periodo. Ricalca l’andamento medio di questo periodo anche la percentuale di riempimento, pari al 51,2% (il dato è calcolato rispetto ai volumi soggetti alla regolazione dei flussi di acqua).
E proprio i livelli del Lago di Como sono stati al centro del confronto alla Camera dei Deputati tra Galletti e i due parlamentari lariani del Pd.
«Su proposta del ministro – affermano Chiara Braga e Mauro Guerra – nelle prossime ore verrà convocata una riunione operativa al ministero dell’Ambiente a cui parteciperanno l’Autorità di distretto del Fiume Po, l’Autorità di bacino del Lario e dei Laghi minori, che riunisce i Comuni del lago, e il Consorzio dell’Adda, con l’obiettivo di studiare le soluzioni per contemperare le esigenze ambientali e quelle produttive che interessano l’utilizzo delle acque del lago, al fine di fronteggiare le criticità legate all’abbassamento del livello del Lario».
Al ministro Galletti è stato inoltre presentato il progetto “Livello minimo vitale del Lario” promosso dal Tavolo per la competitività e lo sviluppo della provincia di Como.

28 aprile 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto