Rissa tra vicini, spunta una spada: sei in aula

Il tribunale di Como

Al culmine della rissa, tra due nuclei di (ex) vicini di casa a Capiago Intimiano, spuntò anche una spada, puntata al collo dell’avversario: «Non finisce qui», disse lo “schermidore” improvvisato. Ieri, quella vicenda che risale all’8 agosto 2014 è risuonata in aula per il processo che vede in aula di fronte al giudice ben sei imputati. Devono rispondere di rissa e (solo due di loro) minacce, quelle appunto portate con la spada. In totale, nello scontro furono in quattro a farsi refertare dal pronto soccorso, per un totale di poco meno di 70 giorni di prognosi, 45 per un nucleo e 22 per l’altro. Tra le famiglie è pendente anche una accusa di estorsione. Ieri sono sfilati i primi testi e l’udienza è poi stata rinviata a dicembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.