Ritardi del primo lotto della Tangenziale: la fine dei lavori slitta a giugno

© FKD/F.Diotti | Como. . ©Foto Fkd

Primo lotto della tangenziale di Como, il termine dei lavori slitta a fine giugno. Per vedere circolare le auto bisognerà quindi aspettare l’estate. Un mese di ritardo registra il cantiere lariano che, secondo le previsioni iniziali, avrebbe dovuto chiudersi a maggio. E così, mentre a Varese le auto circolano già sulla nuova infrastruttura dallo scorso mese di gennaio, per percorrere i tre chilometri da Grandate allo svincolo di Acquanegra occorrerà attendere ancora.
La conferma è arrivata dalla società Autostrada Pedemontana Lombarda che ha spiegato i motivi del rinvio.
Le operazioni in pieno inverno, con gli imprevisti legati al maltempo, hanno determinato il posticipo di un mese. Inoltre, prima dell’apertura al traffico, si devono attendere i collaudi.
Non è ancora possibile quindi indicare una data di inaugurazione. Ma «per l’estate il tratto sarà percorribile», ha detto il presidente di Pedemontana Maurizio Salvatore Lombardo.
La tangenziale di Como (9 chilometri in tutto) è un’opera che il territorio attende da tempo. Il primo tratto, quello per cui i lavori sono in corso, è lungo complessivamente 3 chilometri, si innesta sull’autostrada A9 a Grandate e termina con lo svincolo di Acquanegra tra i comuni di Como e Casnate con Bernate. Gli ulteriori 6 chilometri fino ad Albese con Cassano sono ancora in attesa di finanziamento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.