Rivoluzione per il Mercato coperto

Lavori a partire dalla primavera 2012
Quattordici mesi di lavori, a partire dalla primavera 2012, per trasformare il padiglione degli ex grossisti di via Mentana in una galleria commerciale. È in arrivo una vera e propria rivoluzione per la storica struttura cittadina, inaugurata il 28 ottobre del 1934. La riqualificazione porterà innanzitutto alla creazione, al piano terra, di 16 spazi (a partire da un minimo di 32 metri quadrati) che verranno destinati ad attività commerciali. Un lavoro che interesserà una superficie di

700 metri quadrati. Altri 800 metri quadrati saranno destinati, sempre al piano terra, a spazi collettivi, a partire da un paio di aree gioco dove poter lasciare i bambini, protetti e al sicuro, per dedicarsi allo shopping.
Verrà inoltre creato un piano soppalcato la cui destinazione verrà decisa successivamente. L’investimento è di 1 milione e 800mila euro. Di questi, 190mila euro verranno dati dalla Regione Lombardia – la struttura comasca è infatti considerata mercato storico e quindi può usufruire di contributi regionali – e la cifra restante, invece, sarà messa a disposizione dal Comune. Verranno abbattute le barriere architettoniche e verranno installate porte automatiche all’ingresso.
L’idea prevalente è inoltre di insediare nei 16 box, ricavati al piano terra, alcune attività non alimentari. In aggiunta, verranno anche ricavati spazi espositivi permanenti per i prodotti locali e aree dove organizzare eventi. Sarà presente anche un info point turistico.
«È un’operazione di grande importanza per la città. Vogliamo creare un vero e proprio punto di incontro per la gente, dove poter far acquisti e poter mangiare qualcosa nelle aree ristoro che potrebbero essere installate al piano superiore – dice l’assessore al Turismo, Francesco Scopelliti – Si tratta di un intervento che abbiamo studiato nei minimi dettagli e che rappresenta un accrescimento importante per la città».
«Si guadagnerà molto spazio da dedicare alle attività più disparate. Si potranno organizzare eventi – dice l’assessore al Commercio, Etta Sosio – Anche perché è l’unica area al chiuso, escluso il Teatro Sociale, che può ospitare fino a 700 persone». A definire le modalità di assegnazione dei nuovi spazi sarà il settore Commercio nell’ambito del progetto per la creazione del Distretto urbano del Commercio.

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
In questa immagine sono rappresentate le notevoli migliorie previste per gli spazi interni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.