Rocco invade la Svizzera dopo il film davanti a casa Clooney

alt

L’intervista alla pornostar

“Rocco invade la Svizzera” potrebbe essere il titolo della prossima pellicola di Rocco Siffredi, la star planetaria del porno che è già apparsa in 1.300 film e che è atteso a Lugano per la tre giorni di “Extasia” dal 31 gennaio al 2 febbraio. Sono gli organizzatori dell’evento a metterci in contatto con lui. Prima un cellulare ungherese, poi quello italiano, per l’intervista a Etv e al “Corriere di Como”.
«Potrebbe essere divertente invadere la Svizzera – scherza Rocco – un po’

perché è un Paese molto ricco e un po’ perché non mancano belle donne».
Facile che alla fiera dell’hard la raggiungano anche tante comasche e comaschi, suoi fan.
«Spero di sì, che arrivino tante coppie. Io sarò a Lugano tutti e tre i giorni».
Firmerà autografi e dispenserà consigli come nel suo programma “Ci pensa Rocco” in onda su Cielo in cui cerca di rinverdire rapporti un po’ spenti tra partner con simpatici giochini. Ormai è stato sdoganato anche come “sessuologo”?
«Diciamo di sì – ride Rocco – poi però ci sono gli spettacoli e non si sa mai cosa può succedere. Si tratta di un evento con vere pornostar, non pensate alle cubiste. È stata reclutata Tarra White, la numero uno. E ci sono attrici italiane, da Elena Grimaldi a Vittoria Risi, che si accompagnava con Vittorio Sgarbi anche in occasioni pubbliche, da Roberta Gemma a Lena Nitro».
È vero che ha girato un film sul Lago di Como?
«Certo, due anni fa a Bellagio, proprio davanti alla casa di Clooney. Ricordo anche un particolare curioso, mentre stavamo raggiungendo il set ci fermarono i carabinieri e l’appuntato mi disse: “No, dopo Clooney anche Rocco Siffredi sul Lago di Como, ci sarà un’invasione di fan”. In realtà, noi eravamo un po’ preoccupati che i carabinieri si presentassero sul set… In Italia i film del nostro settore non si possono girare, c’è una certa tolleranza, ma non si sa mai. Comunque, ricordo ancora gli splendidi panorami».
Quindi quando gira un film lei riesce anche a guardare i panorami?
«Buona questa – risponde Rocco – Ma quella volta girammo quasi interamente in esterno. In questo splendido parco di una villa di Bellagio di proprietà di un milionario appassionato del nostro genere di film. Un luogo incantevole, se avessimo dovuto pagare la location avremmo dovuto fare il mutuo».
Anche il mondo dei film porno sente la crisi e la concorrenza di Internet che ha rivoluzionato il settore. Che rapporto ha Rocco Siffredi con Internet?
«Da una parte giù il cappello a chi gestisce quei siti e ha capito come fare i soldi con Internet. Dall’altra si tratta di uno specchio della mutazione sociale. Oggi la gente è più frustrata e così cerca anche nella pornografia qualcosa di molto veloce ed estremamente spinto, come i filmati di dominazione e sottomissione. Il successo del fenomeno “Cinquanta sfumature di grigio” non è un caso”».
«Il problema di Internet sono i filtri – aggiunge Rocco – oggi c’è tutto alla portata di tutti. E niente viene più spiegato. Un ragazzino che vede certe scene forti che idee si può fare della sessualità? Io lo noto quando faccio i provini con ragazze poco più che maggiorenni. Hanno tutte lo stesso approccio, le stesse espressioni, sono figlie di “Youporn”. Mi dicono “Rocco, sono sei anni che sognavo di incontrarti”. Ma quindi a dodici anni avevano già in testa queste cose. Negli anni Ottanta, quando ho iniziato io a fare questo lavoro, la situazione era diversa. Anche per questo mi piace parlare con le coppie. Extasia può essere l’occasione per raggiungere una migliore intimità sessuale tra partner. Mi piacerebbe vedere a Lugano anche tanti comaschi. Venga anche lei».
Io ringrazio e chiudo. Ecco, in realtà l’educazione sessuale si può imparare anche lontano dalle fiere hard. Ma pareva brutto dirlo a Rocco proprio in questo frangente.

Paolo Annoni

Nella foto:
La pornostar Rocco Siffredi è comparsa in 1.300 film. Uno è stato girato a Bellagio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.