Romanzo poliziesco ambientato a Como

LIBRI
Il giallo di una scrittrice esordiente, Silvia Cibelli, è ambientato nel cuore di Como, dove agisce un’organizzazione criminale che si rende responsabile di una serie di delitti per impossessarsi di un segreto importante per lo sfruttamento delle risorse energetiche. Il libro s’intitola “L’ultima volta che vidi Milano” ed esce per i tipi di Edicom. Silvia Cibelli ha 26 anni e studia Scienze internazionali. Il suo è un “giallo” insolito, perché invece di puntare alle scene violente e sanguinarie fini a se stesse vuole indurre riflessioni sul degrado dell’umanità, incanalata sempre più a passare su tutto pur di conseguire facili arricchimenti. La vicenda ha per apparente protagonista Giorgia, una studentessa universitaria che si scopre spiata in una Milano d’inverno coperta di neve. Si susseguono delitti ma anche parentesi romantiche e, ovviamente, attività investigative, delle quali si fa carico un poliziotto intenzionato a proteggere la giovane e a smascherare un’organizzazione che muove killer da una parte all’altra dell’Italia, fino alla Costiera Amalfitana. A Como sarà scoperto l’insospettabile personaggio artefice dell’intrigo. Cadrà in trappola proprio fra le colonne del Duomo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.