Rowing Winter Challenge: il 2021 del remo scatta sul Lago di Pusiano

Nicolas Castelnovo e Arianna Noseda con il presidente Leo Bernascon

«Vogliamo che l’appuntamento diventi una “classica” per il canottaggio italiano e internazionale. L’idea è di riproporlo ogni anno in questo periodo». È carico e determinato, Fabrizio Quaglino, presidente della Federcanottaggio regionale e responsabile del centro remiero di Eupilio.
Sperando nella clemenza del tempo, oggi e domani la struttura ospita infatti il Rowing Winter Challenge. Alla Gran Fondo, che si terrà nelle specialità di “singolo” e “quattro di coppia” oggi e del “doppio” e “otto” domani, parteciperanno circa 450 iscritti, protagonisti della ripartenza dell’Italia del canottaggio in questo 2021. In prima linea sodalizi e atleti comaschi con la Lario che è il club che schiera più portacolori, 31. In lizza anche Moltrasio, Cernobbio, La Sportiva Lezzeno, Tremezzina, Lago Pusiano, Menaggio,
Sarà un confronto di alto livello, visto che è annunciato al via un cospicuo numero di canottieri nel giro della Nazionale.
Tra i duelli più attesi oggi, quello nel “singolo Pesi leggeri” maschile con la sfida tra Martino Goretti (Fiamme Oro) e Patrick Rocek (Lario), che lo scorso anno ha vinto prima l’argento continentale Under 23 a Duisburg sul “Quattro di coppia” Pesi Leggeri per poi conquistare l’oro nella categoria superiore, sempre sul quadruplo leggero, a Poznan.
Tutta da seguire anche la gara del nel “Singolo Pesi leggeri” femminile, con il testa a testa comasco tra Arianna Noseda (Fiamme Rosse-Lario) che si ritroverà tra le avversarie Greta Martinelli (Tremezzina): le due sono state tra le artefici del successo continentale assoluto del “Quattro di coppia” femminile di categoria Pesi Leggeri a Poznan.
Oltre ai nomi già citati, da Como arrivano anche giovani promesse come Giovanni Borgonovo, Serena Mossi, Valentina Mascheroni, Marco Gilardoni, Giulia Clerici, Elisa Grisoni. Giulio Campioni e Nicolas Castelnovo (Lario), medaglia d’oro alle Olimpiadi giovanili di Buenos Aires nel 2018 (nella foto con Arianna Noseda e il presidente Leonardo Bernasconi).
«Non è stato facile portare avanti l’organizzazione di questa competizione – sottolinea ancora Quaglino – Ma abbiamo voluto procedere a tutti i costi, al di là di questo periodo difficile anche per dare un segnale importante al movimento del canottaggio e al nostro territorio».
Un evento che però, come è logico in una fase ancora caratterizzata dall’emergenza sanitaria, si svolgerà con rigidi protocolli anti-Covid. Ci saranno uso obbligatorio delle mascherine, tranne che in gara, struttura chiusa al pubblico con ingresso per gli accreditati e una serie di disposizioni, tra cui quella che riguarda la mancanza di cerimonie di premiazione, che in questa fase non possono essere fatte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.