Ruba nella casa di riposo, ma doveva essere ai domiciliari

Il carcere del Bassone

Avrebbe dovuto essere ai domiciliari in quel di Ponte Lambro. Era invece ad aprire armadietti (di nascosto) nella casa di riposo del paese, la Residenza sanitaria assistenziale “Karol Wojtyla”. Un 45enne è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Erba che l’hanno atteso al suo ritorno e l’hanno poi condotto al Bassone. I militari infatti, che stavano verificando la presenza dell’uomo ai “domiciliari”, non hanno fatto altro che attenderlo per poi condurlo prima in caserma e poi in carcere.

Le indagini dei carabinieri hanno permesso di appurare che il 45enne, nel frattempo, aveva raggiunto la casa di riposo che dista pochi passi dalla propria abitazione, entrando all’interno e aprendo almeno nove armadietti in uso al personale infermieristico della struttura.

In uno di questi, avrebbe anche prelevato un portafogli (di una infermiera 50enne) cercando di prelevare del contante da uno sportello Bancomat. Tentativo non riuscito. Il maltolto è stato poi restituito alla legittima proprietaria. L’arrestato nelle prossime ore verrà sentito dal giudice delle indagini preliminari di Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.