Rugby: Italia a Parigi,Canna crede nell’impossibile

6 Nazioni

(ANSA) – PARIGI, FEB 8 – L’eterno inverno dell’abitudine alla sconfitta del rugby italiano rischia di continuare anche a Parigi. Anzi, c’è quasi la certezza che sarà così, visto che in casa proprio, lo Stade de France di St. Denis, i Coqs non hanno mai perso contro gli azzurri e non si vede perché dovrebbero farlo domani dopo aver battuto i vicecampioni del mondo dell’Inghilterra. Il compito dell’Italrugby del ct Franco Smith è quindi l’ennesimo Everest da scalare, con la speranza che contro la Francia sia almeno evitata la brutta figura dello zero alla voce ‘punti segnati’ come sabato 1 febbraio a Cardiff. Un match da dimenticare, uno dei tanti (troppi) del Sei Nazioni in cui gli azzurri non vincono dal 2015, perché come dice quel Carlo Canna che è stato una delle pochissime note positive ( 18 placcaggi eseguiti, con il 94% di efficacia, e due turnover conquistati), del match del Principality Stadium, "vogliamo segnare mete e marcare punti e quella di domani sarà una splendida occasione per fare farlo". "Mi aspetto senza dubbio una partita molto più fisica di quella giocata a Cardiff – aggiunge il n.12 azzurro -. La Francia vista contro l’Inghilterra a Parigi è una formazione imprevedibile, molto logorante, che fa dell’imprevedibilità il suo punto forte e per questo dovremo aspettarci di tutto. Poi si presenterà all’appuntamento contro di noi sulle ali dell’entusiasmo per il successo ottenuto contro i finalisti dell’ultima Coppa del Mondo, ma vogliamo dimostrare che quella contro il Galles è stata una dura lezione che ci è servita per crescere". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.