Cronaca

Sabato di festa e riflessione per oratori e scuole

Ieri doppio appuntamento al Don Guanella e al Crocifisso
(a.cam.) Oratori e scuole protagoniste, ieri, con un doppio appuntamento che ha avuto al centro i temi della formazione e dell’impegno dei cristiani nella società. In mattinata, al Crocifisso, una cinquantina di persone ha partecipato a un seminario sul ruolo degli oratori nella realtà attuale. Nel pomeriggio poi, al Don Guanella è stata organizzata una riflessione sul tema della scuola, in concomitanza con l’udienza del Papa, trasmessa in diretta nell’auditorium.
Alla seconda edizione, il seminario “Ora? Oratorio” ha visto fianco a fianco le parrocchie, l’amministrazione comunale di Como e le scuole superiori della città. «Il lavoro che abbiamo realizzato ci ha dimostrato che l’oratorio è una realtà viva più che mai – ha sottolineato uno degli organizzatori, Roberto Ghirardelli – La riflessione è stata in due direzioni: cosa può fare l’ente pubblico per stare accanto alle realtà parrocchiali, ma soprattutto viceversa, ovvero cosa può fare il cristiano per la società. La formazione cristiana deve sempre avere come obiettivo anche una ricaduta positiva nella vita di tutti i giorni».
Durante il seminario sono stati organizzati workshop su temi di stretta attualità: le figure educative in oratorio; sport, musica, arte e cultura in oratorio; emarginazione e interculturalità; digital natives; la dimensione politico-sociale. «Le riflessioni emerse sono spunti molto interessanti – spiega Ghirardelli – sulle quali pensiamo di organizzare singoli approfondimenti nelle parrocchie a settembre». Nel pomeriggio, l’attenzione si è spostata sul mondo dell’istruzione, in concomitanza con l’incontro di papa Francesco proprio con la scuola. Una delegazione di comaschi era in piazza San Pietro, a Roma, per partecipare all’evento, mentre altri hanno potuto seguirlo in diretta nell’auditorium del don Guanella, in città. «Per favorire la massima condivisione di questo appuntamento – ha spiegato don Teresio Barbaro, direttore dell’ufficio diocesano per la pastorale scolastica – abbiamo pensato a un appuntamento sul territorio, che ci permetta di affrontare temi di stretta attualità».
«Il Papa ha incontrato la scuola “senza aggettivi” – ha detto il vescovo di Como, monsignor Diego Coletti – espressione della preoccupazione della comunità cristiana che vuole dare il proprio contributo alla questione educativa come tale. Ci sta a cuore il passaggio di valori e di prospettive di vita, di progetti e di cose belle alle nuove generazioni. Si vuole andare incontro alla pienezza di vita delle persone: teniamo lo sguardo aperto sull’orizzonte su ciò che costruisce ed edifica il bene della gente».

Nella foto:
Il vescovo di Como, Diego Coletti, ha affrontato il tema del ruolo della scuola nell’educazione
11 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto