Sabato mattina con borseggio. Raffica di colpi a Como

alt

Numerose le denunce. Il racconto di una donna derubata

Furti a raffica, ieri mattina, nel centro di Como, al mercato e in città murata. In azione abili borseggiatori che hanno fatto razzia di portafogli. Gli agenti della polizia locale hanno potenziato le pattuglie per fronteggiare l’escalation di colpi.
I malviventi sono entrati in azione nelle ore centrali della giornata.
Numerose le segnalazioni di persone, soprattutto donne, finite nel mirino dei borseggiatori.
La modalità di azione dei malviventi è ormai tristemente nota. I ladri

si confondono tra la folla e si muovono aspettando il momento migliore per colpire. È sufficiente appoggiare la borsetta un istante o lasciare anche per un attimo la cerniera aperta. Tanto basta ai borseggiatori esperti per allungare la mano e far sparire il portafogli.
L’ignara vittima nemmeno se ne accorge e scopre di essere stata derubata soltanto nel momento in cui ha nuovamente bisogno del borsellino, del telefono o di oggetti contenuti nella borsa.
Ieri mattina, proprio per prevenire questa piaga, gli agenti della polizia locale erano presenti con due pattuglie al mercato e altrettante in città murata. Al lavoro anche i vigili motociclisti.
Qualche malvivente è riuscito comunque ad agire indisturbato e gli stessi agenti hanno poi raccolto le denunce di numerose vittime.
«Mi hanno rubato il portafogli senza che nemmeno me ne accorgessi – ha denunciato una delle vittime, Antonella Dipasquale, 55enne di Senna Comasco – È accaduto in via Bernardino Luini, nell’arco di 100 metri al massimo. Lo posso dire con sicurezza perché ho fatto acquisti in un negozio, dal quale sono uscita naturalmente dopo aver pagato. In quel momento avevo quindi ancora il mio portafogli».
Fatte poche decine di metri, la signora è entrata in un secondo negozio.
«Quando sono arrivata alla cassa, al momento di pagare mi sono accorta che non avevo più il portafogli – ha raccontato la 55enne – Qualcuno probabilmente ha infilato la mano nella mia borsa senza che me ne accorgessi. Magari mi sono distratta un attimo in negozio o per strada e tanto è bastato al borseggiatore. Non ho notato nulla, tantomeno persone che potessero destare qualche sospetto».
Nella borsa, la donna derubata aveva circa 200 euro in contanti, oltre alla carta di credito e ai documenti. «Ho subito chiamato per bloccare le carte – dice – Oltre al danno economico c’è il problema di dover fare la denuncia e rifare tutti i documenti. È davvero fastidioso».
I vigili hanno raccolto le diverse segnalazioni e confermato il rafforzamento delle pattuglie nei giorni di mercato, soprattutto di sabato, quando spesso si registrano episodi di questo tipo. L’invito a tutti i cittadini è di prestare sempre la massima attenzione, di tenere le borse chiuse e di non perdere mai di vista portafogli e oggetti personali.

A. Cam.

Nella foto:
Il mercato coperto è uno dei luoghi in cui maggiormente imperversano i borseggiatori, soprattutto di sabato mattina

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.