Sale a 34 il numero degli sfollati per le frane

Allerta meteo
Troppi detriti nel Lario, cancellati aliscafi e catamarani
Aliscafi e catamarani fermi, treni ancora bloccati a Camerlata e autobus rafforzati per sopperire ai disagi. Gli effetti dell’ondata di maltempo continuano a farsi sentire sul trasporto pubblico a Como e sul territorio provinciale. È salito intanto a 34 il numero complessivo degli sfollati sul Lario, con un nuovo allarme a Maslianico.
Frane e smottamenti non danno tregua. L’ultima emergenza in ordine di tempo è scattata ieri a Montorfano. «Si è registrata una frana in territorio svizzero – spiega il viceprefetto Corrado Conforto Galli – Le autorità elvetiche hanno subito comunicato la situazione all’amministrazione di Maslianico. È stato effettuato un sopralluogo e, in via precauzionale, sono state evacuate 6 famiglie in via Scaletta. Complessivamente si tratta di dieci persone in tutto che hanno trovato una sistemazione da parenti e amici».
Domenica sera, problemi anche ad Alzate Brianza. Sulla strada che conduce alla frazione di Verzago, all’altezza di un tornante si è riversata una grande quantità di terra e sassi. Sono intervenuti i vigili del fuoco di Como. Nessun problema però per le persone.
Complessivamente, sono 34 in provincia di Como le persone sfollate. I dieci evacuati di Maslianico si sono aggiunti all’elenco di altre famiglie costrette nei giorni scorsi a lasciare le abitazioni. A Como, sono ancora fuori casa dieci persone nella frazione di Camnago Volta, 6 in via Pannilani e 4 in via Maestri Campionesi. Non possono rientrare nelle loro abitazioni neppure i 6 sfollati di Cernobbio e gli 8 di Montorfano.
Disagi ieri anche a Mozzate. Nel tardo pomeriggio, i vigili del fuoco di Lomazzo sono stati chiamati alle scuole medie per aspirare l’acqua penetrata nel plesso di viale Libertà. I pompieri sono stati impegnati per circa un’ora per riportare la situazione alla normalità. La presenza dell’acqua nell’edificio non avrebbe procurato particolari danni e questa mattina le lezioni dovrebbero essere regolari.
Sospeso in via precauzionale il servizio degli aliscafi della Navigazione Laghi. Da oggi, gli autobus di Asf saranno potenziati per sostituire le corse sospese degli aliscafi. Gli utenti abbonati potranno viaggiare sugli autobus con la tessera dell’aliscafo. Il servizio veloce della Navigazione è stato sospeso a causa dei troppi detriti che galleggiano sul Lario e che potrebbero creare problemi ai natanti.
Ancora disagi per gli utenti delle Nord diretti a Como Borghi e Como Lago. Come comunicato da Trenord, i primi due treni del mattino saranno fermati a Camerlata e i passeggeri diretti in città trasbordati su bus sostitutivi. Lo stesso è avvenuto ieri sera.
Situazione in continuo miglioramento invece a Pusiano. Da ieri mattina è stato eliminato il senso unico alternato sulla strada statale che collega Como a Lecco. Nei giorni scorsi il Lago di Pusiano era infatti uscito sulla carreggiata e il sindaco Andrea Maspero aveva fatto installare immediatamente un semaforo nella zona piazza a Lago-via Mazzini. L’allarme è rientrato ieri e il livello del lago è in costante diminuzione, anche se la situazione resta sotto osservazione.

Anna Campaniello

Nella foto:
Vigili del fuoco in azione in via Pannilani a Como, dove sabato sera uno smottamento ha colpito un’abitazione

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.