Sale da gioco solo per cinesi a Campione. Il progetto per Villa Mimosa
Economia

Sale da gioco solo per cinesi a Campione. Il progetto per Villa Mimosa

Villa Mimosa dépendance del Casinò di Campione d’Italia dedicata alla sola clientela cinese. A questo progetto sta lavorando l’amministrazione comunale dell’exclave italiana in Svizzera, socio unico della casa da gioco.
La conferma viene dallo stesso sindaco, Roberto Salmoiraghi, contattato ieri. Salmoiraghi mette anche a tacere voci di un intervento su Villa Mimosa da parte di società estere, in concorrenza con lo stesso Casinò. Voci circolate proprio nelle ultime ore. «Non esiste che una società straniera possa aprire un altro casinò a Campione, non esiste per legge – dice Salmoiraghi – Qui si tratta di un discorso diverso. Stiamo pensando di riservare alcune nuove sale soltanto alla clientela cinese».
Il primo cittadino spiega anche il motivo della scelta.
«La comunità cinese rappresenta una clientela importante per Campione d’Italia, ma anche con abitudini diverse dagli italiani, gli svizzeri e altri cittadini europei che sono gli storici frequentatori dei nostri tavoli verdi».
«Partecipano al gioco in modo festoso, a volte chiassoso, ad esempio – dice ancora il sindaco – Non è bello che un cliente venga richiamato a tenere un comportamento particolare, ma neppure che questo disturbi gli altri giocatori, così abbiamo pensato a questo compromesso, con sale dedicate».
Sale che dovrebbero sorgere all’interno di Villa Mimosa, un edificio rosa, di circa 400 metri quadrati, realizzato a inizio del Novecento in riva al Ceresio, a pochi metri dal Casinò.
«Il proprietario della licenza dei giochi rimarrebbe unico», dice sempre Salmoiraghi.
La villa è in carico all’amministrazione comunale, che anche nel recente passato ha provato più volte a metterla all’asta, senza però trovare acquirenti realmente interessati. La base d’asta iniziale di 10 milioni di franchi era stata anche ribassata, ma senza fortuna.
«Questa invece potrebbe essere una soluzione per venire incontro anche alle esigenze del mercato dei giocatori», conclude il sindaco Salmoiraghi.
P.An.

14 Gennaio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto