Economia

Sale la tassa dei rifiuti in città: raffica di aumenti per tutti. Tartassate le famiglie numerose

altA Varese invece si risparmia rispetto al 2010
(f.bar.) Tari, aumenti per tutti. Nessuno è infatti escluso dal rincaro della tassa sui rifiuti. Single, famiglie di 3 persone e nuclei più numerosi (5 componenti) hanno visto crescere questa imposta, mediamente, del 25% rispetto al 2010. E Como fa segnare incrementi notevoli osservando la graduatoria pubblicata ieri dal “Sole 24 Ore”, in base alle elaborazioni eseguite dall’istituto Ref Ricerche-Laboratorio servizi pubblici.
L’analisi è stata eseguita su un campione di 51 capoluoghi

di provincia e la valutazione ha considerato i tre profili indicati. In riva al lago sono le famiglie numerose (5 componenti) quelle più tartassate. A loro infatti spetta, in media, una Tari annua da 320 euro. Cifra che fa segnare un incremento addirittura del 52% rispetto al 2010. Il calcolo è stato eseguito su un appartamento medio di 120 metri quadrati. Non va meglio nemmeno ai single che hanno dovuto far fronte a una crescita della Tari, sempre rispetto al 2010, del 41%. Tradotto in denaro contante, sono 83 gli euro che deve sborsare una persona che abita da sola in un alloggio di 50 metri quadrati.
Stanno meglio le famiglie composte da tre persone che vivono in un appartamento, in media, da 108 metri quadrati. Per loro l’esborso annuo è di 220 euro con una crescita del 16% rispetto al confronto con il 2010. Aumenti che possono essere giustificati, in parte, dal taglio dei trasferimenti agli enti locali. Su tali somme incide anche la presenza, nelle città, di un adeguato sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti.
Dati decisamente più confortanti per una città molto vicina al capoluogo lariano. A Varese, infatti, tutti e tre i profili considerati hanno fatto segnare, rispetto al 2010, una diminuzione degli importi sborsati per la tassa sui rifiuti. Il single paga 99 euro (-11% rispetto al 2010), le famiglie da 3 persone arrivano a un -12% (234 euro) e i nuclei da 5 componenti 322 euro (-10%).
Su scala nazionale, infine, tutti e tre i profili hanno subìto rincari. Nel caso di un single si è arrivati a una media di 133 euro, con un incremento del 12%; le famiglie di tre persone pagano invece 345 euro (+13%) mentre i nuclei numerosi, quelli di 5 persone, sborsano in media 439 euro (+25%).

21 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto