Cronaca

Salta l’accordo al Valduce, i dipendenti bocciano i tagli

altSanità – Convocata per domani un’altra assemblea
Acque agitate all’ospedale Valduce. I dipendenti della struttura sanitaria, riuniti ieri in assemblea, non hanno sottoscritto l’accordo di massima raggiunto la scorsa settimana dai rappresentanti sindacali e dalla procuratrice speciale di via Dante, Mariella Enoc.
Per domani è già stato fissato un ulteriore incontro con i dirigenti del presidio. Senza un’intesa, le conseguenze, anche sul fronte dei finanziamenti all’ospedale, potrebbero essere drastiche.
L’ospedale Valduce deve fare i conti con un disavanzo di bilancio di circa 9 milioni di euro. La scorsa settimana, dopo una trattativa con i rappresentanti sindacali proseguita per oltre quattro ore, era stata raggiunta un’intesa che

prevedeva tagli sui costi del personale per circa 4 milioni di euro, ma senza alcuna riduzione dei dipendenti né alcun taglio dei servizi.
Ieri pomeriggio, i termini dell’accordo sono stati presentati ai lavoratori del Valduce in un’assemblea alla quale hanno preso parte oltre 200 persone.
In assenza di informazioni certe sull’effettiva entità dei sacrifici richiesti al personale del comparto (gli infermieri, in particolare), il vertice si è concluso con un’inattesa fumata nera.
La procuratrice Mariella Enoc ha annunciato tagli sui cosiddetti “costi accessori” del personale, benefit e incentivi via via concessi nel tempo. I dipendenti di via Dante hanno chiesto, però, maggiore trasparenza e chiarezza sull’entità dei sacrifici e sull’effettivo “alleggerimento” della busta paga di ciascuno.
In attesa di avere dati certi, i lavoratori non hanno accettato di dare il via libera all’intesa che era stata raggiunta dai rappresentanti sindacali e dai vertici dell’ospedale.
Il rischio, adesso, alla luce anche dell’esito dell’assemblea, è che i vertici dell’ospedale annuncino misure più drastiche già nell’immediato per far fronte alla difficilissima situazione finanziaria.
La procuratrice speciale Mariella Enoc aveva indicato chiaramente come termine ultimo per siglare l’accordo la fine del mese di gennaio.
Difficile capire cosa possa accadere nei prossimi giorni senza una fumata bianca. Per domani è già stato convocato un nuovo incontro dei rappresentanti sindacali con i vertici dell’ospedale. Al vertice potrebbe seguire un’assemblea straordinaria, nella speranza di trovare un’intesa in extremis.

A. Cam.

Nella foto:
Sono ore difficilissime per il Valduce che deve trovare un’intesa sui tagli
30 Gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto