Salvamento, il canturino Quintavalle presidente nazionale

Giorgio Quintavalle

Un comasco in un ruolo di vertice nella Federazione nuoto. Giorgio Quintavalle è il nuovo presidente della sezione salvamento della Fin. Nato a Cantù nel 1972, Quintavalle (nella foto Fin) è il quinto coordinatore della specialità dopo Arturo Passerini, Umberto Tramontana, Angelo Lattarulo e Vincenzo Vittorioso.
Il dirigente brianzolo – già assessore allo Sport nella “Città del mobile” – vanta una lunga esperienza nel nuoto e nuoto per salvamento non solo nazionale, ma anche internazionale; tra le sue esperienze, la vicepresidenza della Federazione Latino Americana, incarico che gli è stato offerto nel 2013.
La società in cui si è tolto maggiori soddisfazioni è il sodalizio delle Rane Rosse, oggi gruppo sportivo In Sport. Con il suo club ha conquistato otto titoli mondiali e dieci scudetti nazionali di salvamento, oltre a portare in Nazionale, di cui è diventato team manager, numerosi atleti campioni del mondo e detentori di record. Quintavalle è inoltre membro delle commissioni sportive e dei board delle federazioni europea e mondiale del salvamento.
Una disciplina, questa, che conta un sempre maggiore numero di praticanti. Di fatto si tratta di uno sport in cui si simulano situazioni di salvataggio in acqua. Quelle che inizialmente erano esibizioni ed esercitazioni sono poi state codificate come gare.
Le competizioni prevedono ad esempio passaggi in piscina sotto ostacoli, trasporti di manichini, percorsi misti (sempre con manichino) o recuperi sul fondo della vasca. Le prove possono essere disputate in acque libere con modalità differenti, ma con alla base lo stesso principio, il salvataggio appunto.
«Ringrazio il presidente Paolo Barelli, il segretario generale Antonello Panza e il consiglio Federale per la fiducia che mi è stata dimostrata – ha detto Giorgio Quintavalle dopo la sua nomina – Un pensiero anche al mio predecessore, Vincenzo Vittorioso, oggi presidente onorario».
«La Federazione italiana nuoto è espressione di eccellenza in ogni settore e il Salvamento Federale rappresenta un unicum sul territorio nazionale che non può essere paragonato con nessun’altra realtà – ha aggiunto il nuovo presidente – L’incarico assegnato non può che spingere il sottoscritto, con la collaborazione degli uffici, dei coordinatori regionali, dei fiduciari locali e dei tecnici federali a profondere ancora più energie per rendere sempre più efficace l’azione della diffusione della cultura della sicurezza in acqua e la conquista del maggior numero possibile di titoli sportivi con le nostre squadre nazionali».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.