Salvataggio del Casinò di Campione, i partiti di governo gelano le speranze

Il casinò di Campione d'Italia
Il Casinò di Campione d'Italia è stato dichiarato fallito dal Tribunale di Como
Il Casinò di Campione d’Italia è stato dichiarato fallito dal Tribunale di Como

Campione d’Italia chiama ma Lega e Movimento 5 Stelle, i partiti che oggi governano l’Italia, rispondono senza dare eccessive speranze.

La sponda politica non si affanna a promettere. Semmai, proprio il contrario. Dispensa cautela, invoca cambiamenti strutturali. E con il presidente della commissione Bilancio di Montecitorio, Claudio Borghi Aquilini, arriva addirittura a ipotizzare «un futuro diverso», lontano dal gioco d’azzardo.

Il sottosegretario all’Interno, Nicola Molteni, ha affidato all’Ansa e a Facebook il suo commento. Ha espresso «grande preoccupazione» assieme al collega Stefano Candiani «per la dichiarazione di fallimento della casa da gioco» e ha aggiunto di «con estrema attenzione la vicenda, anche per le pesanti conseguenze sull’occupazione». Subito dopo, però, il deputato leghista ha aggiunto che «non sussistono soluzioni politiche percorribili. Spetta poi agli organi competenti – ha concluso Molteni riferendosi alla curatela fallimentare – individuare la via di uscita».

Sull’edizione del Corriere di Como di domani tutti gli approfondimenti sul “caso” Campione d’Italia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.