San Lazzaro, scaduta l’ordinanza di messa in sicurezza

alt L’edificio fatiscente
Entro poche ore i proprietari dovranno intervenire. Rischiano una denuncia penale
Scadeva ieri la seconda ordinanza emanata in un mese dal sindaco Mario Lucini per le condizioni dell’ex chiesa di San Lazzaro, in via Teresa Rimoldi. Già a luglio il primo cittadino aveva firmato un documento identico ordinando ai proprietari privati del fatiscente immobile di provvedere entro 15 giorni a una celere messa in sicurezza dell’edificio. Il 5 agosto scorso Lucini ha siglato il secondo provvedimento con cui intimava ai proprietari di intervenire nuovamente per la situazione di pericolo

per la pubblica incolumità.
Ieri sono scaduti i termini della seconda ordinanza e al massimo entro poche ore dovrebbe iniziare l’intervento dei privati, pena una denuncia penale e una sanzione amministrativa fino a 500 euro.

Nella foto:
L’ex chiesa di San Lazzaro si trova in via Rimoldi, la strada parallela alla Napoleona. L’edificio è in condizioni totalmente fatiscenti ed è circondato dalle transenne di sicurezza messe dal Comune di Como (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.