San Rocco: inversioni di marcia in mezzo alla strada

san_rocco_inversioneFatta la legge, trovato l’inganno. I new jersey posizionati in piazza San Rocco per impedire l’inversione vietata su via Napoleona, a Como, non solo non hanno risolto il problema: l’hanno, se possibile, peggiorato. Le automobili svoltano più avanti, praticamente dietro a una curva.
La colpa, ovviamente, è degli automobilisti indisciplinati. Il risultato però è che da una manovra pericolosa, si passa a una forse ancor più pericolosa.
Como, via Napoleona. Una delle arterie principali di accesso alla città, una delle più trafficate. In fondo alla strada, in piazza San Rocco, per molti automobilisti era diventato consuetudine fare inversione a u attorno all’isola spartitraffico. Manovra espressamente vietata e tutt’altro che sicura, poiché effettuata tra un passaggio pedonale e l’arrivo delle automobili da via Grandi.
Una consuetudine vietata dalla segnaletica ma non impedita dalle barriere, quindi motociclisti e automobilisti continuavano a invertire la marcia.
Perciò lunedì scorso il Comune di Como ha deciso di posizionare una serie di new jersey tra gli spartitraffico di piazza San Rocco: per impedire, fisicamente, l’inversione vietata.
Peccato, però, che il problema sia stato solamente spostato più avanti. E in un punto ancora più pericoloso. Perché , come si vede in queste immagini, alcuni automobilisti continuano a fare inversione, ma per evitare i new jersey vanno oltre lo spartitraffico, a ridosso della curva di via Grandi e dell’uscita da via Regina Teodolinda.
Ieri i vigili hanno iniziato ad appioppare le prime multe da 81 euro. Evidentemente, però, c’è chi continua a fare il furbo. Stamattina, la media era di una inversione ogni due minuti.  E c’è addirittura chi, come il conducente di questa familiare bianca, inverte la marcia in contromano in mezzo a via Grandi.

Tratto da Espansione TV

Articoli correlati