San Rocco, via al cantiere della rotatoria sperimentale

piazza San Rocco

Arriva in porto un provvedimento molto atteso per intervenire in modo si spera risolutivo in uno dei punti più caldi della viabilità del capoluogo lariano. Sono oggi al via i lavori in piazza San Rocco a Como per realizzare la nuova rotatoria sperimentale. Una modifica alla viabilità comasca molto richiesta e attesa dai cittadini, sebbene ritenuta ufficialmente provvisoria e “sperimentale” al momento.
L’area sarà consegnata oggi all’impresa che si è aggiudicata il cantiere, quindi verranno predisposte le prime operazioni poi da mercoledì si entrerà nel vivo dei lavori.
È l’assessore comunale alla Mobilità di Palazzo Cernezzi, Vincenzo Bella, a scandire i primi passaggi. «Si procederà prima con interventi al di fuori della sede viaria come ad esempio quelli previsti sul marciapiede tra via Milano e via Grandi – spiega l’assessore – poi verranno rimossi i paletti e successivamente verranno posati i cordoli della nuova rotatoria, quindi si procederà con la segnaletica provvisoria».
Il tutto sarà realizzato nel corso di un paio di settimane e comunque per l’inizio della scuola – assicurano da Palazzo Cernezzi – la viabilità di piazza San Rocco sarà modificata. La sperimentazione durerà almeno 6/8 mesi poi il Comune procederà con la decisione definitiva alla luce anche delle valutazioni e dei monitoraggi sui flussi di traffico e i tempi di percorrenza degli autobus. Inevitabile qualche conseguenza sulla viabilità della zona durante i lavori anche se – rassicura l’assessore – «Il cantiere non dovrebbe interferire con il traffico». Non sono infatti previsti restringimenti di carreggiata o particolari deviazioni.
Con l’avvio della sperimentazione chi – ad esempio – arriva da piazza Camerlata e deve tornare indietro, una volta in fondo alla via Napoleona, potrà utilizzare la rotonda evitando di allungare il percorso che ad oggi per molti arriva fino in via Italia Libera e via Gramsci.
L’obiettivo del Comune di realizzare un rondò in piazza San Rocco nasce per venire incontro alla necessità degli automobilisti di poter fare inversione di marcia in discesa da via Napoleona e dall’altra per migliorare la sicurezza. Una volta attiva sia pure in via sperimentale la nuova rotatoria, saranno monitorati i flussi veicolari, il trasporto pubblico locale e la sicurezza stradale di tutti gli utenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.