Sancassani, caccia al pass per Rio de Janeiro 2016

© | . . Da sinistra, Laura Milani ed Elisabetta Sancassani

Un lungo, raduno, il terzo della stagione, per gli atleti che fanno parte del gruppo olimpico. I canottieri rimarranno nei tre centri federali fino al prossimo 4 marzo.
Le donne, come d’abitudine, sono a Eupilio nel nuovo centro remiero sulle rive del Lago di Pusiano. Buona parte del gruppo è composta da portacolori di società comasche. Sono Sara Bertolasi e Gaia Palma (Lario) e Sara Magnaghi (Moltrasio). C’è poi la bellagina Elisabetta Sancassani con la compagna di barca Laura Milani, esponenti delle Fiamme Gialle campionesse del mondo due anni fa.
A Sabaudia, con gli uomini, sono stati chiamati Pietro Ruta (Fiamme Oro, ex Menaggio) e Filippo Mondelli (Moltrasio).
La stagione è appena iniziata ma sta per entrare nel vivo. Elisabetta Sancassani, uno dei punti di riferimento della Nazionale, prova a leggere il suo 2015.
«Sicuramente è una stagione di grande importanza – spiega la campionessa lariana – perché quest’anno si lotta per conquistare i pass per le Olimpiadi del 2016 a Rio de Janeiro. La preparazione e le sfide che affronteremo sono dunque incentrate su questo obiettivo».
La qualificazione per i Giochi sarà messa in palio in Francia, ad Aiguebelette, dal 30 agosto al 6 settembre prossimi.
Elisabetta Sancassani e Laura Milani con il “doppio” nel 2013 in Corea del Sud sono salite sul tetto del mondo in quella che è una specialità olimpica e sono entrate nella storia del remo.
Ma l’anno scorso, invece, le cose sono andate meno bene, con l’ultimo posto nella finale A. «Una sconfitta che ha fatto riflettere noi e lo staff – ammette Sancassani – Nell’impostare l’attuale stagione si è tenuto conto di quelli che possono essere stati gli errori del passato».
E così nei primi raduni le azzurre hanno tutte remato come singoliste anche se presto si procederà con gli abbinamenti sulle barche.
«Io non nascondo di avere qualche acciacco – dice Elisabetta – e nelle scorse settimane ho avuto anche la mononucleosi, per cui la mia condizione fisica non era buona».
Ma ora è tempo di guardare ai programmi 2015: «Parteciperemo alle prove di Coppa del Mondo di Varese e Lucerna, mentre non saremo al via degli Europei. L’obiettivo è essere al massimo della condizione in occasione della rassegna mondiale in Francia».
Massimo Moscardi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.