Sangue a Mozzate: accoltella il cugino con una lama lunga 20 centimetri

Carabinieri di Mozzate

Nella notte di domenica, Mozzate ha rivissuto per qualche ora lo stesso dramma consumato giovedì 6 agosto con l’omicidio di Lorenzo Borsani, 36 anni, ad opera di Flavio Briancesco, 49 anni.
Due uomini, questa volta stranieri ma con modalità in tutto e per tutto simile a quello che era avvenuto solo pochi giorni prima, si sono affrontati e uno dei due è finito all’ospedale, con una importante lesione al torace causata da una coltellata.
L’uomo sarebbe per fortuna fuori pericolo, anche se la prognosi rimane riservata.
Ieri sarebbe stato spostato nel reparto di Chirurgia.
A ferirlo sarebbe stato il cugino, che avrebbe impugnato un coltellaccio da cucina con una lama addirittura di 20 centimetri.
Quest’ultimo ha poi atteso su un muretto l’arrivo dei carabinieri cui avrebbe raccontato quanto era avvenuto.
Al momento non sono stati presi provvedimenti, in attesa di capire la dinamica dell’accaduto e la prognosi del ferito. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri di Mozzate, i due cugini – regolari in Italia, di origini senegalesi, il primo di 23 anni, il secondo di 25 – si sarebbero sfidati al culmine di un litigio banale, iniziato in casa per futili motivi, verosimilmente per la gestione di alcuni compiti domestici. Entrambi si sarebbero prima picchiati e riporterebbero sul volto i segni evidenti della violenta lite. Ad un certo punto – con dinamiche tutte da ricostruire – sarebbe però spuntato il coltellaccio da cucina e uno dei due contendenti sarebbe rimasto ferito all’altezza del fianco sinistro. Un colpo molto pericoloso, che avrebbe potuto causare ferite ben più serie di quanto avvenuto.
La vittima, come pure il contendente, sarebbero invece rimasti sempre coscienti, attendendo sul posto l’arrivo dell’ambulanza e dei carabinieri. Il primo è finito all’ospedale dove si trova tutt’ora ricoverato. La posizione del secondo è invece al vaglio.
Un episodio, avvenuto alle 23 di domenica, che come detto ha richiamato molto da vicino il fatto tragico di appena pochi giorni fa quanto, per questioni di gelosia, a perdere la vita fu un 36enne residente sempre a Mozzate.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.