Sanità, nessuna scadenza per chi è in regola con i vaccini

La vaccinazione a un bambino

«Nessun obbligo o scadenza al 10 luglio per le famiglie i cui ragazzi sono in regola con le vaccinazioni obbligatorie. Per gli altri, ambulatori aperti anche senza appuntamento, ma in caso di inadempienza prolungata, scattano le sanzioni». È quanto comunica l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, ricordando che in Lombardia, grazie all’anagrafe informatizzata che consente lo scambio di informazioni tra le Agenzie per la Tutela della Salute e gli istituti scolastici, le famiglie che sono in regola con i vaccini dei propri figli non hanno alcun adempimento da svolgere entro domani. In caso di inadempienza, invece, è prevista la convocazione dei genitori dei minori e un invito diretto a regolarizzarsi, fornendo tutte le indicazioni e le informazioni del caso. «Per agevolare le famiglie dei minori fino ai 6 anni non in regola che avevano fissato almeno due appuntamenti, poi disattesi, – spiega Gallera – abbiamo attivato l’apertura di ambulatori vaccinali ad accesso libero fino al 31 agosto. Qualora permanesse l’inadempienza, l’ATS di riferimento provvederà ad attivare il percorso sanzionatorio».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.