Sanità, rischio tagli a Gravedona e Menaggio. L’allarme del sindacato

Ospedale Gravedona

Pronto soccorso a ranghi ridotti di notte negli ospedali con meno di 100 pazienti al giorno nel reparto di emergenza. La novità, prevista dalle regole di esercizio 2019 della Regione, potrebbe mettere a rischio le attività nei presidi di Gravedona e Menaggio. «Altro che territorialità – è il grido d’allarme del responsabile sanità della Uil, Massimo Coppia – Ancora una volta le scelte di carattere generale della regione Lombardia rischiano di avere gravi ricadute sui territori». La delibera è stata approvata dalla Regione il 17 dicembre. «Queste regole – conclude Coppia – non tengono in alcun modo in considerazione la morfologia e conformazione del nostro territorio e le difficoltà di chi vive in montagna e nella zona del lago». «Le indicazioni regionali non possono essere disattese – risponde il dg dell’Asst Lariana Fabio Banfi – Per quanto riguarda il presidio di Menaggio, collocato in un’area particolare a livello geografico, nel 2018 gli accessi al pronto soccorso sono stati 10.300. In quel contesto il presidio si configura come essenziale».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.