Sanremo laghée – Arriva De Sfroos

La kermesse canora – Il cantautore lariano ha sciolto ogni dubbio: se la Fornaciari passerà il turno, lui canterà con lei all’Ariston
Il tempo delle polemiche è finito: da stasera, a Sanremo finalmente si canta. Celentano dirà la sua, il tormentone si placherà e, come sempre sul palco dell’Ariston, a farla da padrone saranno le canzoni.
I primi pronostici sembrano favorire Emma e Samuele Bersani, quotati altissimi dai bookie insieme a Francesco Renga che segue la coppia “vincente” con poco distacco.
Sulla carta Irene Fornaciari, che canterà sul palco dell’Ariston il brano scritto per lei da Davide Van De Sfroos
, sembra non avere alcuna chance: lasciata in fondo alla classifica con i Marlene Kuntz, quella della figlia di Zucchero sa tanto di quotazione porta fortuna per qualsiasi scaramantico.
Sappiamo bene, infatti, quanto queste previsioni siano azzardate e spesso smentite durante lo svolgimento della gara. Lo stesso cantautore lariano, che lo scorso anno era dato ultimo dai bookmaker, arrivò a sfiorare il podio con Yanez, dimostrando quanto tutto sia in discussione fino all’ultimo giorno del festival.
Irene è sicura del suo pezzo, Il mio grande mistero, e raggiunta dopo le prove con l’Orchestra di Sanremo non ha mancato di trasmetterci il suo entusiasmo: «È andata benissimo, sono contenta che il pubblico questa sera possa scoprirmi in una dimensione così rock. Non la smetterò mai di ringraziare De Sfroos per questa canzone che mi piace moltissimo. Anche papà si è innamorato della poesia di Davide e ho letto che anche molti giornalisti hanno pubblicamente apprezzato il testo del mio brano».
Vero. Infatti, al coro dei giorni scorsi si è aggiunta anche l’autorevole voce di Mario Luzzato Fegiz, che sulle pagine del “Corriere della Sera” ha così sentenziato: «Forse l’unica canzone che riesce a coniugare originalità e chiarezza nel testo è quella scritta da De Sfroos per la Fornaciari. In assoluto uno dei migliori brani del festival che potrebbe aiutare Irene a fare il grande salto».
Parole che lasciano ben poco spazio alla fantasia, l’ennesimo elogio per un autore che ha da tempo conquistato le firme più illustri della critica musicale.
E lui, il conteso artista che tutti vogliono nella Città dei Fiori, cosa dice? Finalmente, mentre sta ultimando le prove per l’atteso concerto al Forum del 25 febbraio, ha sciolto le riserve.
Insomma, se la Fornaciari non sarà eliminata prima di venerdì, sarà a Sanremo per ricambiare il favore dello scorso anno, quando insieme cantarono Yanez nel giorno dei duetti: «Mi fa molto piacere che a Irene sia piaciuta questa canzone. L’ho scritta pensando a lei e le auguro di avere a Sanremo la fortuna che merita».
Il meccanismo della competizione canora vuole che, tra questa sera e domani, vengano esclusi quattro big, due dei quali verranno ripescati giovedì 16 febbraio, nella notte che il Festival di Sanremo dedicherà alle canzoni italiane famose nel mondo.
In quell’occasione non potrà mancare un omaggio a Whitney Houston, la pop star trovata morta a soli 48 anni in un hotel di Beverly Hills. Il tributo alla straordinaria artista americana, che proprio 25 anni fa stregò il pubblico dell’Ariston con una strepitosa esibizione di All At Once, è stato affidato a Nina Zilli che, in coppia con Skye dei Morcheeba, riproporrà la stessa famosa canzone. A proposito dell’immensa Whitney, va ricordato che Gianni Morandi, presentatore anche della 62ª edizione della kermesse, è stato l’unico italiano a esibirsi al suo fianco. «Ho duettato con lei anni fa – ha raccontato Morandi – I suoi collaboratori non volevano che lo facesse ma lei, solare e positiva, si è subito messa a mia disposizione ed è stata felice di cantare con me anche se non avevo un inglese perfetto».

Maurizio Pratelli

Nella foto:
Irene Fornaciari e Davide Van De Sfroos sul palco dell’Ariston lo scorso anno nel duetto della canzone Yanez

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.