Sant’Abbondio, il vescovo parla alla città

alt Il calendario delle celebrazioni
(f.bar.) La città attende le parole del vescovo di Como. Il momento è critico, le difficoltà, a partire da quelle economiche, continuano a colpire i cittadini. E il tradizionale discorso alla città che oggi alle 17.30 monsignor Diego Coletti terrà nella Basilica di Sant’Abbondio, durante la celebrazione dei Primi Vespri, rappresenterà un importante momento di ascolto e confronto.
Negli ultimi anni, sempre contraddistinti dalla recessione economica dilagante, il vescovo non ha mai fatto

mancare parole di sostengo e conforto ai comaschi e commenti costruttivi per cercare di far capire cosa non funziona nella società. Dunque anche oggi, in occasione della solennità di Sant’Abbondio, la città si riunirà ai piedi dell’altare.
Sempre durante i Vespri e la preghiera del pomeriggio alle 17.30, si procederà anche alla tradizionale offerta del Cero votivo. E al termine della cerimonia il presule impartirà la benedizione ai capitani e al drappo del “Palio del Baradello” che parte proprio oggi.
Domani, invece, sarà un’altra giornata intensa con i pellegrinaggi delle parrocchie.
Alle 8 messa in San Bartolomeo e San Rocco, alle 9 funzione in San Giorgio e San Salvatore. Un’ora dopo in Sant’Agata e Sant’Orsola. Infine, alle 11, Santa messa alla chiesa della Santissima Annunciata. Nel pomeriggio, alle 17, in Cattedrale, il vescovo Diego Coletti concelebrerà il solenne pontificale con il clero diocesano. Alla messa parteciperanno anche figuranti in costume, parte integrante del Palio del Baradello.
L’intenso programma di questa due giorni si concluderà domani sera, alle 21, alla Basilica di Sant’Abbondio con un concerto (in programma musiche di Donizzetti, Cherubini, Mozart e Vivaldi) in onore del patrono, vescovo di Como dal 450 al 468, anno della sua morte. La chiesa lo festeggia come santo il 31 agosto (è anche “patrono secondario” della Diocesi di Lugano).
Il prossimo appuntamento solenne in calendario è poi quello previsto il 20 settembre, quando si svolgerà il solenne rito di beatificazione di madre Giovannina Franchi, la fondatrice della Congregazione delle Suore Infermiere dell’Addolorata, cui fanno capo numerose realtà ospedaliere e di assistenza socio-sanitaria a Como, in Lombardia, nello Canton Ticino e in Argentina (a Buenos Aires).

Nella foto:
Il vescovo di Como, Diego Coletti, durante una recente celebrazione a Sant’Abbondio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.