Sant’Anna in ferie, stop agli interventi chirurgici programmati

La riorganizzazione estiva – Pure nelle altre strutture dell’azienda ospedaliera sono previste riduzioni dell’attività, eccezion fatta per il presidio di Menaggio
Dal 5 agosto sospesi anche i ricoveri brevi. Posti letto invariati per l’area medica internistica e le emergenze

Stop agli interventi chirurgici programmati dal 5 al 26 agosto ma posti letto invariati per l’area medica internistica e, naturalmente, per il settore dell’emergenza-urgenza. Tempo di vacanze anche per l’ospedale Sant’Anna e i presidi territoriali dell’azienda, chiamati a riorganizzare l’attività nel periodo estivo.
Nella fase clou dell’estate le attività sanitarie programmate diminuiscono. Per permettere al personale dell’ospedale di andare in ferie, le prestazioni sanitarie vengono

riorganizzate. Il piano è stato definito nelle scorse ore dai vertici dell’azienda ospedaliera di via Ravona ed è stato reso noto nella giornata di ieri.
All’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia, resteranno attivi i 197 posti letto dell’area internistica, compresi quelli della pediatria e di malattie infettive, mentre saranno 97 complessivamente i letti destinati all’emergenza-urgenza del settore chirurgico.
La riduzione per le ferie riguarderà invece, come detto, l’attività chirurgica programmata – ovvero gli interventi che non hanno carattere di urgenza – che si fermerà dal 5 al 26 agosto. Così come saranno sospesi dal 5 agosto al 2 settembre i ricoveri brevi, la cosiddetta attività di week surgery, un settore che conta su 23 posti letto.
Diversa la situazione al Felice Villa di Mariano Comense, dove è stata decisa una contrazione di posti letto per l’hospice di cure palliative e per i reparti di riabilitazione neuromotoria, geriatrica e cardio-respiratoria.
Per quanto riguarda il Sant’Antonio Abate di Cantù, invece, saranno sospesi gli interventi programmati di day surgery e week surgery, mentre il centro di procreazione medicalmente assistita chiuderà dall’8 al 25 agosto. Nessuna chiusura, al contrario, all’ospedale Erba-Renaldi di Menaggio, visto l’incremento di utenza nei mesi estivi nelle zone di villeggiatura sul Lario.
Per lo stesso motivo, non andrà in ferie nemmeno la dialisi dell’azienda ospedaliera che anzi, durante l’estate, ospiterà i turisti in vacanza sul lago. Da giugno a settembre, i centri dialisi di San Fermo della Battaglia e di Menaggio riceveranno rispettivamente 15 e 10 pazienti in arrivo dall’Italia o dall’estero per un periodo di ferie.
«L’azienda ospedaliera di Como – spiegano i manager di via Ravona – si riorganizza per il periodo estivo con un piano che lascia inalterata l’attività dell’area medica nonché quella della salute mentale e tiene conto del ruolo che il presidio gioca nell’ambito della risposta ai bisogni del circuito dell’emergenza-urgenza. La programmazione si rende necessaria per consentire al personale di svolgere le ferie e viene calibrata anche in funzione di una riduzione dei flussi di pazienti che possono pianificare il loro percorso di cura».

Anna Campaniello

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.