Sant’Elia, i biglietti verso quota 8mila

alt La grande mostra – Con questa media, in totale si avranno meno di 20mila presenze

La grande mostra di Como di quest’anno, intitolata “La città nuova. Oltre Sant’Elia”, prima di un ciclo di tre esposizioni che traghetteranno Villa Olmo all’anno dell’Expo, potrebbe chiudere a quota 20mila visitatori il 14 luglio prossimo.
Meno della metà di quanto ha previsto il Comune di Como, ossia l’ente organizzatore che preventivava anzi, lo scorso dicembre, all’atto del lancio ufficiale dell’evento espositivo ai media, di toccare quota 50mila.
Nelle scorse settimane

si è data la colpa delle performance non straordinarie della biglietteria, oltre a una cartellonistica non proprio esaltante e immediatamente comunicativa, al cattivo tempo che ha imperversato sul Lario anche in giorni festivi particolarmente strategici. Speranza che rimane anche per la seconda metà del periodo di apertura della mostra che ha, tra l’altro, quale scenario oltre la storica dimora neoclassica dell’architetto Simone Cantoni anche la Pinacoteca Civica di Palazzo Volpi nella centralissima via Diaz.
I dati recenti però sono sconfortanti. Domenica scorsa, pur in presenza di una giornata di sole con molti residenti e turisti ad affollare il parco di via Cantoni, i visitatori della mostra “La città nuova. Oltre Sant’Elia” sono stati 141. In totale, quindi, calcolando anche l’inaugurazione con ingresso libero, si è finora arrivati dal giorno dell’apertura (vale a dire dal 23 marzo scorso), a 7.887 biglietti staccati.
Per ora la media settimanale, secondo i dati fin qui resi noti, è compresa entro una forbice tra i 1.000 e i 1.200 visitatori a settimana. In calendario ci sono ancora circa 140 visite di gruppi che si sono prenotati all’apposito numero di telefono (info sul sito www.lacittanuova.it).
Alla chiusura mancano esattamente 9 settimane e quindi il conto è presto fatto. Quota 20mila è un obiettivo credibile con qualche sforzo. Ma ne mancano 30mila per arrivare al pareggio.

Nella foto:
Uno dei plastici di grandi dimensioni ospitati nella rassegna di Villa Olmo (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.