Sassi e fango sulla Lariana

L’emergenza pioggia
I pompieri salvano anche un gattino a Cirimido
Piove ininterrottamente ormai da più di 48 ore e le previsioni non promettono nulla di buono neanche per i prossimi giorni. Intanto ieri è stata una giornata di superlavoro per i vigili del fuoco di Como, impegnati in numerosi interventi. Una ventina le uscite dei mezzi dei pompieri.
L’emergenza maggiore è stata segnalata poco dopo le 21 nel comune di Lezzeno. Uno smottamento di lieve entità, ma che ha comunque portato sassi e fango sulla provinciale Lariana. Le squadre dei pompieri

sono prontamente intervenute per la messa in sicurezza.
E per tutta la giornata di ieri i vigili del fuoco hanno dovuto fare fronte ad allagamenti di cantine e box, oltre che per il taglio di piante pericolanti. A partire da Montano Lucino dove un ramo, dopo essere stato spezzato dalla furia della pioggia e del vento, si è abbattuto su un cavo dell’Enel tranciandolo di netto. I vigili del fuoco sono poi intervenuti anche per un cortocircuito che ha fatto incendiare una cabina elettrica a Tavernerio. Pompieri all’opera anche a Cirimido dove si è lavorato per salvare un gatto intrappolato in cima a una pianta. A Cagno, invece, i vigili del fuoco sono stati chiamati per recuperare un’auto finita in una scarpata sempre a causa del maltempo. Nessun ferito. Preoccupazione, ma situazione tranquilla a Brienno dove lo scorso luglio alcune frane, causate dalle abbondanti precipitazioni, distrussero parte del paese. A Como problemi negli scantinati che, a causa delle piogge continue, sono stati invasi dall’acqua. Disagi anche nei sottopassaggi, in particolare a Lazzago.
Le strade sono comunque rimaste sempre transitabili. Sul fronte delle previsioni meteo non sembrano esserci speranze di miglioramento nelle prossime ore. Oggi infatti il tempo sarà sempre coperto con abbondanti precipitazioni. Le temperature massime non supereranno i 13 gradi (10 gradi per le minime). L’inizio settimana sarà caratterizzato da tempo nuvoloso con qualche precipitazione. Lunedì massime a quota 13. In discesa di un grado invece martedì 8 novembre. Mercoledì si dovrebbe finalmente ritornare a vedere un po’ di sole. Probabili comunque dei piovaschi residui. Al mattino compariranno anche le prime nebbie. Solo da giovedì dovrebbe tornare a splendere il sole e le temperature massime si rialzeranno gradatamente.

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Torna lo spettro delle frane sulla provinciale Lariana dopo l’ultima ondata di maltempo che proseguirà almeno fino a martedì

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.