Sbancavano le slot grazie ai telefonini Denunciati due cinesi

L’indagine
(a.cam.) Sbancavano le slot-machine, ma dietro alle vincite record c’era un trucco. Illegale. Un’autentica frode informatica, realizzata con smartphone e iPhone e un programma in grado di mandare in tilt gli apparecchi da gioco.
I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Como hanno smascherato i responsabili e denunciato a piede libero due cinesi regolarmente residenti sul Lario, un uomo e una donna. Le indagini proseguono per individuare altri possibili componenti della banda.
I due denunciati sono stati fermati in un pub di Como e in una gelateria di Parè. I carabinieri hanno accertato che i cinesi erano in grado di mandare in tilt le macchinette denominate Fowl 4 play per poi sbancarle completamente, arrivando a vincere anche il 300% della somma puntata. Avrebbero “svuotato” decine di apparecchi prima di essere fermati. Ai due sono stati sequestrati circa 2mila euro in contanti, un iPhone e un iPad.
I carabinieri sono convinti che la banda fosse composta da altri cinesi e invitano i gestori di bar e locali nei quali sono installate slot-machine di questo tipo a segnalare eventuali vincite anomale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.