Scafista arrestato al confine: un tunisino 30enne espulso e rientrato in Italia
Cronaca

Scafista arrestato al confine: un tunisino 30enne espulso e rientrato in Italia

Uno scafista tunisino di trent’anni ha tentato di varcare la frontiera con la Svizzera a bordo di un treno ma alla stazione di Chiasso è stato fermato dalle guardie di confine elvetiche perché privo di documenti e consegnato alla polizia italiana. Ai suoi polsi sono così scattate le manette.
Lunedì scorso il magrebino era salito su un treno Tilo partito da Milano e diretto in Ticino. Alla stazione di Chiasso le guardie di confine svizzere gli hanno però chiesto i documenti. Il 30enne non li aveva e così, in base agli accordi tra l’Italia e la Svizzera, è stato consegnato alla polizia di frontiera di Ponte Chiasso.
Gli agenti italiani lo hanno identificato, scoprendo che era stato arrestato il 24 novembre scorso a Siracusa per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ed era stato poi espulso, il 15 dicembre, e rimpatriato in Tunisia. Per lui era scattato il divieto di tornare in Italia per 5 anni. Divieto che il giovane scafista non ha rispettato: lunedì infatti è stato arrestato per violazione del divieto di reingresso.

27 aprile 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto